Scout, il cane archeologo che ha scoperto un dente di mammut lanoso risalente a 13mila anni fa

cane mammut

Una scoperta degna del miglior archeologo. Scout, un giovane cucciolo di labrador retriever di Whidbey Island, a Washington, ha trovato un antico dente di mammut lanoso.

Mentre scavava nel cortile di casa, si è imbattuto in un “osso” un po’ particolare. Kirk Lacewell, che vive con lui, non si è sorpreso visto che il cane è solito andare alla ricerca di tesori.

Ma questa volta ha trovato un vero e proprio reperto antico.

“Ho notato che aveva qualcosa in bocca”, ha detto Lacewell.

L’uomo pensava che si trattasse di un pezzo di legno o di una roccia, oggetti di solito privi di interesse per il cane. Ma il giorno successivo il cucciolo gli portò un altro strano oggetto, simile a una roccia.

Incuriosito, l’uomo l’ha lavato e asciugato per bene e ha subito capito che si trattava di un osso, anche se in parte consumato.

A quel punto ha deciso inviare le foto del reperto ai paleontologi del Burke Museum dell’Università di Washington, che non hanno avuto dubbi: si trattava di un dente di mammut lanoso risalente a 13.000 anni fa

Questi animali vissero fino a 5mila anni fa. Caratterizzati da lunghe zanne e da una pelliccia folta, essi erano alti da 2,8-3,5 m, più o meno quanto un elefante africano.

Poiché si ritiene che l’isola di Whidbey abbia ospitato in passato una popolazione di mammut durante l’ultima era glaciale, reperti di questo tipo non sono particolarmente inusuali. A settembre 2016, una bambina di 10 anni trovò un dente di mammut mentre camminava lungo la spiaggia di Whidbey insieme al padre.

Questa volta però è merito di Scout, cucciolo curioso improvvisatosi archeologo.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto cover

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

tuvali
seguici su Facebook