Un macchinista ha fermato il treno per salvare un cane che era stato incatenato sui binari

È diventato virale il video di un macchinista che ha fermato il treno per salvare un cane incatenato ai binari. L’episodio è avvenuto tra Juan Cortés e Villa Amanecer, in Cile.

Il cane era stato incatenato volutamente ai binari con l’intenzione di farlo investire da un treno in corsa,e sarebbe finita così se Andrés Fabricio Argandoña, questo il nome del conducente del treno in viaggio da San Pedro a Los Andes, non si fosse accorto in tempo della presenza del piccolo amico a quattro zampe.

Il video del salvataggio

Sul suo profilo Facebook  il macchinista ha postato il video del cane, salvato grazie al suo intervento tempestivo, usando queste parole “Le persone cattive di cuore non mancano mai”.

Nel video è visibile come il cucciolo, impaurito e con una grossa catena al collo, inizi a scodinzolare e ad abbaiare mentre il conducente si avvicina per liberarlo. Si sentono forti e chiare le parole del macchinista, ormai diventato un eroe: “Come possono esserci persone così cattive che legano i cani ai binari? Spero che un giorno la razza umana cambierà”.

Il video del salvataggio è diventato virale e tutta la comunità cilena e non solo ha ringraziato il gesto di Andrés Fabricio Argandoña. Il sindaco di Llay Llay, Edgardo González, ha invitato chiunque abbia qualche informazione a farsi avanti per scoprire i responsabili dell’accaduto.

Una storia a lieto fine, quindi, grazie al grande cuore del macchinista ma che poteva finire in tragedia e ci porta a riflettere ancora una volta sull’l’ingiustificata cattiveria nei confronti degli animali indifesi.

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

San Benedetto

Come ridurre le emissioni dell’acqua minerale: il caso San Benedetto

corsi pagamento

seguici su facebook