Sai perché i gatti hanno così paura dei cetrioli e perché non dovresti spaventarli così?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I cetrioli sono i nemici naturali dei gatti, o così sembrerebbe da quanto si spaventano. Scopri il vero motivo dietro questo comportamento.

Una delle curiosità più trendy sui gatti è il mistero dietro la loro paura per i cetrioli. Scopri perché i felini temono così delle innocenti verdure e perché non dovresti comunque fare questo tipo di scherzo al tuo gattino.

I trend su internet sono tanto effimeri quanto intensi, ogni giorno sembra iniziarne uno nuovo e moltissimi utenti di tutte le piattaforme saltano sul carrozzone del momento per like, risate e condivisione. Uno dei trend più seguiti negli anni passati e che ogni tanto torna, è quello dei gatti spaventati dai cetrioli. Tutti i video –  che ci rifiutiamo di integrare, ma che potete trovare online – in realtà, avevano la stessa formula: nascondere un cetriolo dietro il micio ignaro e vederlo saltare dallo spavento non appena si fosse girato per controllare.

Perché i gatti hanno paura dei cetrioli?

Il motivo dietro questa paura è simile alla nostra fobia per i ragni o alla sensazione di cadere mentre dormiamo: fa parte di un retaggio antico legato alla sopravvivenza nella natura. Infatti, uno dei predatori dei gatti sono i serpenti.

Ecco quindi il mistero svelato: quando fai questo tipo di scherzo al tuo gatto, stai in realtà evocando una memoria molto traumatica per lui.

Ecco perché non dovresti provare a spaventare i gatti con i cetrioli

I veterinari infatti consigliano di evitare di usare un cetriolo per spaventare il proprio gatto, specie se il fine ultimo è semplicemente fare trending sui social. Il problema è che, a differenza degli esseri umani, i gatti non possono capire che non c’era nessun pericolo reale, e potresti causargli stress emotivo inutile. Potrebbe sembrarti esagerato, ma il problema è serio perché potresti causare l’insorgenza di ansia nel tuo gatto, creandogli danni a lungo termine.

Per quanto riguarda la questione etica, le persone che stanno facendo questi video stanno intenzionalmente spaventando un animale ignaro”, spiega Gary Richter un esperto di salute veterinaria  “A differenza di uno scherzo fatto a una persona, in cui la ‘vittima’ capisce cosa è successo e la maggior parte delle volte ci ride anche sopra, il gatto  rimane all’oscuro. Non ha idea di cosa sia appena successo e di conseguenza subiranno livelli di stress molto reali e cambiamenti comportamentali potenzialmente significativi. I veterinari vedono ogni giorno molti animali che hanno problemi comportamentali derivanti da eventi traumatici

Se proprio non riesci a resistere e vuoi trasformare il tuo micio in una star del web, puoi sempre registrarlo mentre gioca con un filo di lana o con un topolino di peluche. I like pioveranno in ogni caso, è il musetto a fare il trend.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando in Letterature e Culture Comparate all'Università dell'Orientale di Napoli. Si occupa di letteratura, sport, cucina e ambiente, collaborando anche con una nota rivista letteraria partenopea.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook