Tutti i trucchi per eliminare il cattivo odore del tuo cane da tappeti e divano (con ingredienti che hai già in casa)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete presente l'odore poco gradevole che assume il divano quando il nostro cane ci trascorre del tempo sopra? Ecco come eliminarlo in modo naturale

Non c’è nulla di più bello e rilassante, alla fine di un’intensa giornata di lavoro, di stravaccarsi sul divano in compagnia del proprio cane per guardare un film o leggere un buon libro. Tuttavia, la permanenza dell’animale sul divano e sui cuscini lascia su questi tessuti cattivi odori difficili da eliminare – chi convive con un cane lo sa bene.

Per fortuna, esistono dei rimedi naturali che ci possono aiutare a eliminare l’odore del cane da cuscini, divano e tappeti senza spendere una fortuna nell’acquisto di prodotti specifici a base di sostanze chimiche inquinanti e pericolose. Vediamoli insieme.

Bicarbonato

Fra le sue numerose proprietà, il bicarbonato è in grado di assorbire umidità e neutralizzare i cattivi odori. Usarlo per eliminare il cattivo odore lasciato dal cane sul divano, quindi, è un’ottima idea.

Tutto quello che dobbiamo fare è cospargere generosamente il divano, i cuscini o il tappeto con bicarbonato in purezza, fino a creare una sottile e uniforme patina bianca.

Lasciamo agire il bicarbonato per un’ora prima di rimuoverlo con l’aiuto dell’aspirapolvere: il bicarbonato andrà via senza lasciare traccia e porterà con sé tutti i cattivi odori.

Attenzione però: cerchiamo di mettere in atto questa pulizia mentre il cane non è presente nell’appartamento (oppure quando sta dormendo in un luogo diverso): l’animale potrebbe essere incuriosito da questa polvere bianca, ingerirla ed esporsi al pericolo di intossicazione.

Sale

Anche il sale da cucina, proprio come il bicarbonato, è in grado di assorbire i cattivi odori. Possiamo quindi utilizzarlo in sostituzione al bicarbonato nel modo che abbiamo spiegato sopra, lasciandolo agire sulle superfici per una mezz’ora prima di rimuoverlo con l’aspirapolvere.

Il sale può essere arricchito con qualche essenza in polvere, come ad esempio la cannella: in questo modo, oltre a eliminare i cattivi odori, donerà anche una gradevole nota profumata all’ambiente.

Aceto di mele

Infine, possiamo usare l’aceto per eliminare i cattivi odori dalle superfici sulle quali il nostro cane ama accucciarsi: vi suggeriamo di preferire l’aceto di mele a quello di vino o di alcol, per il suo odore più delicato e meno penetrante.

Mescoliamo un bicchiere di aceto con un litro di acqua calda e un paio di cucchiai di bicarbonato di sodio, poi versiamo la soluzione ottenuta all’interno di un vaporizzatore. Vaporizziamo poi il miscuglio sulle superfici – divano, cuscini, tappeti – e lasciamo agire senza risciacquare né spazzolare.

Leggi anche: Come rimuovere i peli di cane e gatto da vestiti, mobili e tappeti

Come prevenire il cattivo odore del cane

  • Attraverso il manto peloso, il cane espelle le tossine provenienti dal fegato che possono dar vita a sgradevoli odori: per questo motivo è importante fare attenzione a ciò che mangia, e scegliere insieme al veterinario una dieta corretta in base alla sua razza, all’età e allo stile di vita che ha.
  • La spazzolatura del pelo del cane è molto importante per eliminare cellule e peli morti e scongiurare il rischio di odori poco gradevoli – ecco perché andrebbe effettuata, a secco, almeno una volta a settimana.
  • Anche la toletta è importante, ovviamente, anche se essa va fatta con frequenza minore rispetto alla spazzolatura: il bagno andrebbe fatto una o due volte al mese, da professionisti o anche in casa – l’importante è che vengano utilizzati prodotti specifici per il cane e non i saponi che abbiamo già in casa per la nostra igiene personale.
  • Infine, soprattutto se il nostro cane è molto peloso, assicuriamoci che il suo manto sia ben asciutto dopo il bagno o dopo una passeggiata in cui si è bagnato (per esempio, bevendo da una fontana): il pelo non completamente asciutto potrebbe provocare cattivi odori. Iniziamo frizionando delicatamente il pelo con un asciugamano, poi proseguiamo utilizzando un asciugacapelli a minima potenza e ad aria tiepida.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook