Pastore tedesco muore in auto per il caldo: il proprietario rischia il carcere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E' accaduto nei giorni scorsi a Sassuolo ma la notizia è trapelata solo in queste ore. Il proprietario rischia rischia un anno di carcere

Ecco il carrello smart per la spesa

Una vicenda davvero terribile. Un cane, lasciato chiuso in auto, è morto. È accaduto nei giorni scorsi a Sassuolo ma la notizia è trapelata solo in queste ore. Il proprietario rischia rischia un anno di carcere.

Il 25 luglio scorso, un pastore tedesco, è rimasto in auto, al caldo. Non si sa per quanto tempo sia riuscito a rimanere vivo dentro la macchina del suo proprietario, parcheggiata all’interno di un circolo privato. Ma alle 14 il cane era morto.

Giunti sul posto i carabinieri di Sassuolo, nel modenese, hanno accertato che l’animale non ce l’aveva fatta e hanno identificato il prioprietario, un uomo di 65 anni. Quest’ultimo è stato denunciato alla Procura della Repubblica per maltrattamento di animali e rischia anche un anno di carcere (il massimo è di 18 mesi) e una sanzione fino a 30mila euro.

Che fare se vediamo un cane chiuso in auto

I cani, lo ricordiamo, non dovrebbero mai essere lasciati soli in macchina, né d’inverno né d’estate. Un recente studio ha stimato che nella maggior parte dei mesi dell’anno, le temperature dell’abitacolo diventano troppo elevate per i cani. Anche 25° possono mettere a rischio gli animali.

https://www.greenme.it/abitare/cani-gatti-e-co/cani-auto-pericoloso-inverno-estate/

Per questo bisogna intervenire subito se si vede un cane chiuso in una macchina. Prima di tutto occore valutare le condizioni dell’animale. Se il cane è vigile e non presenta segni di sofferenza, è possibile cercare di risalire al proprietario, che quasi sicuramente sarà in zona. Se è in difficoltà o in evidente stato di sofferenza, occorre chaiamre subito la Polizia Locale o i Carabinieri.

Fonti di riferimento: Today

LEGGI anche:

Un altro cane abbandonato in un’auto sotto il sole: vivo per miracolo

Cani chiusi in auto: rompere il finestrino ora è legale. Ma in Tennessee

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook