Border Collie: le malattie più comuni della razza di cane ritenuta la più intelligente al mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Border Collie è una razza canina estremamente intelligente e vivace, ma predisposto ad alcune malattie. Scopriamo quali

Ecco il carrello smart per la spesa

Nato come cane da pastore, il Border Collie è ormai diventato a tutti gli effetti un cane da compagnia per tante famiglie. Questa razza è estremamente vivace e agile ed è considerata la più intelligente in assoluto, come confermato anche da uno studio condotto alcuni anni fa da uno psicologo canino dell’Università della British Columbia. Se state pensando di adottarne uno, tenete a mente che si tratta di un cane molto energico, che ha bisogno di stare molto all’aria aperta e muoversi. Il Border Collie è, infatti, nemico della sedentarietà e ama scorrazzare.

Solitamente questo cane  gode di buona salute, ma vi sono delle malattie che colpiscono maggiormente questa razza e che quindi è bene conoscere per curarle e prevenirle quando possibile. Scopriamo quali, ma prima approfondiamo meglio le caratteristiche fisiche e la personalità di questa meravigliosa razza.

Leggi anche: Il Boston Terrier è un cane brachicefalo: i problemi genetici più comuni e perché non dovresti comprarne uno

Caratteristiche fisiche e personalità 

Il Border Collie è un cane di taglia media dall’aspetto elegante e abbastanza proporzionato. Solitamente il manto è di colore bianco e nero e il pelo è fitto ed è dotato anche di sottopelo che lo protegge dal freddo. Si tratta, infatti, di una razza dalle origini scozzesi riesce bene a tollerare le temperature rigide.

Per quanto riguarda gli esemplari maschi adulti, l’altezza media è di circa 53 centimetri, mentre per le femmine è leggermente inferiore. Il loro peso può oscillare tra i 14 e 20 chili. 

Questa razza ha un carattere molto sveglio e brillante, capace di apprendere in tempi molto rapidi (quindi attenzione a non commettere errori quando gli insegna qualcosa). I Border Collie sono sempre attenti e riescono a socializzare con facilità, anche con i bambini.

I problemi di salute più comuni di questa razza 

Come abbiamo anticipato, questa razza canina ha un organismo piuttosto resistente e longevo, ma è bene sottoporlo a controlli veterinari per scongiurare delle malattie ereditarie alle quali è soggetta. Vediamo di quali si tratta.

Displasia dell’anca e del gomito

La displasia dell’anca è una condizione ereditaria che in realtà riguarda diverse razze di cane, generalmente di tagli media o grande. Si tratta di una patologia dell’accrescimento dovuta a una malformazione articolare che con il tempo porta ad artrosi grave con gravi limitazioni del movimento e dolore cronico. Questo problema di salute non si manifesta fin dalla nascita, ma quando insorge può portare il cane a zoppicare e sofferenze agli arti. Non sempre tutti i cani presentano i sintomi. Per avere la certezza è consigliabile una radiografia dopo il primo anno d’età, soprattutto per i cani che fanno molta attività fisica. 

Osteocondrite dissecante

Un’altra patologia piuttosto ricorrente tra gli esemplari di Border Collie è l’osteocondrite dissecante, più conosciuta con l’acronimo OCDl, che colpisce le cartilagini articolari ed è piuttosto frequente nel cane. In tutte le articolazioni potrebbero essere interessate dal problema, ma quelle più colpite sono la spalla, il ginocchio e il gomito. Si tratta di una malattia che provoca non pochi disagi, limitando parecchio la deambulazione del cane.  

Anche in questo caso lo strumento diagnostico per eccellenza è rappresentato dalla radiografia delle articolazioni interessate che consente di osservare e valutare le alterazioni. Nei casi più gravi si può ricorrere a degli interventi chirurgici.

Atrofia progressiva della retina 

Da non sottovalutare nei Border Collie anche l’atrofia progressiva della retina nel cane, una malattia genetica che colpisce gli occhi e che può insorgere anche negli esemplari più giovani. L’atrofia può avere un decorso lento: la vista dei cani affetti da questa malattia è destinata a diminuire in maniera, per l’appunto, progressiva.

Tale problema non provoca sintomi dolorosi ma solo vista più confusa in presenza di luce e dilatamento delle pupille, quindi per il proprietario del cane non è sempre facile accorgersene. Per avere conferma se il vostro cane è affetto da atrofia progressiva della retina è necessario recarsi dal veterinario, che verificherà l’eventuale presenza di lesioni alla retina. 

Collie Eye Anomaly (CEA)

Infine, un altro problema che riguarda la vista è l’anomalia dell’occhio del Collie (CEA). Si tratta di una malattia congenita ereditata, che talvolta può portare alla cecità. La CEA è presente fin dalla nascita e non progredisce. I cuccioli affetti da questa patologia sembrano apparentemente sani. La diagnosi può essere fatta solamente da un veterinario oculista o tramite test genetico.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Per approfondire la conoscenza di altre razze di cani, vi consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook