Cacciatore viene ferito da un cinghiale nel Grossetano e muore sotto gli occhi del padre

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tragico incidente nei boschi della Maremma Toscana: giovane cacciatore muore dissanguato dopo essere stato attaccato da un cinghiale

Ecco il carrello smart per la spesa

Drammatico incidente durante una battuta di caccia nei boschi di Castell’azzara, in provincia di Grossetto. Un cacciatore 36enne è morto dissanguato dopo essere stato caricato da un cinghiale. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo era a caccia insieme al padre e ad altri compagni ed era riuscito a sparare e uccidere due cinghiali. Ma dopo aver tentato di colpire un terzo, quest’ultimo lo avrebbe caricato recidendogli l’arteria femorale.

Gli altri cacciatori lo hanno poi trovato in una pozza di sangue e hanno subito chiamato i soccorsi. Vani i tentativi degli altri cacciatori di bloccare l’emorragia. Il giovane è morto dissanguato nel giro di un quarto d’ora davanti ai compagni e sotto gli occhi inermi del padre. Poco dopo è arrivato sul posto anche il soccorso alpino e speleologico della Toscana, i carabinieri e l’elisoccorso. Ma era ormai troppo tardi.

Quella consumatasi in Toscana è soltanto l’ultimo tragico incidente avvenuto durante una battuta di caccia. Un dramma che conferma quanto sia pericolosa quest’attività, oltre ad essere una minaccia per le specie selvatiche. Soltanto qualche giorno fa vi abbiamo raccontato dell’episodio accaduto in provincia di Torino, dove la casa di un pensionato è stata colpita dai proiettili di un cacciatore che aveva sbagliato mira. Mentre un paio di mesi fa un papà che teneva in braccio il suo bambino di appena quattro mesi è stato colpito nel suo giardino privato da un cacciatore che stava tentando di sparare a una lepre.

Ma l’elenco sarebbe davvero troppo lungo. Noi non smetteremo mai di ripeterlo: la caccia non è uno sport. È una pratica crudele e pericolosa da abolire al più presto!

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook