Questo castoro costruisce la diga in una stanza della clinica veterinaria ( e ci ricorda come stiamo stravolgendo la sua vita)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un castoro ricoverato in un ambulatorio costruisce una piccola diga. Il video ha fatto il giro del web, ma non dovrebbe farci gioire, non unicamente. Per quanto tenero questo comportamento possa apparire si tratta di una attività naturale per un roditore a cui l'uomo ha reso la vita estremamente difficile

Un castoro di nome Nibi, ricoverato presso la clinica veterinaria dell’associazione per la fauna selvatica Newhouse Wildlife Rescue, si appresta a costruire una piccola diga indoor. Meticolosamente l’animale sceglie i rami, disponendoli uno ad uno per creare una piccola barriera.

Il video è stato diffuso dall’associazione con la storia che Nibi stesse delimitando il suo territorio per impedire all’altro suo coinquilino di rientrare nella stanza. In pochissimo questo castoro e la sua opera hanno fatto il giro del web.

Gli utenti lo hanno definito tenerissimo, adorabile e persino il loro nuovo animale preferito. Sicuramente non si può dire che queste immagini non facciano tenerezza, ma più che strapparci un sorriso dovrebbero farci riflettere.

Nibi è arrivato alla centro di recupero della fauna selvatica quando aveva solamente poche settimane. È stato preso in cura e seguito sin da allora e rimarrà nella struttura fin quando non potrà essere rilasciato in natura. Da lì in poi il suo futuro sarà incerto.

I castori sono i roditori più grandi di tutto il Nord America e popolano il continente da sempre. La loro storia, però, è stata estremamente travagliata. Basti pensare che prima della colonizzazione europea si contavano fino a 400 milioni di esemplari. Oggi la popolazione di castori americani si aggira sui 12 milioni.

Nel Novecento questi incredibili animali hanno rischiato di scomparire per sempre dal Nord America per colpa della caccia sfrenata e della moda delle pellicce di castoro. Grazie agli sforzi di conservazione della specie il castoro è stato salvato in extremis dall’estinzione. Oggi, però, le minacce sono (anche) di altro tipo.

Vi è naturalmente la trasformazione o meglio stravolgimento dell’ambiente per via delle attività antropiche, che ha portato a una significativa perdita di habitat. E poi c’è il conflitto essere umano – animale che non risparmia certo i castori.

Negli ambienti urbani tantissimi esemplari vengono uccisi per via dei “danni” che i castori provocherebbero. Solamente nel corso del 2021 il Wildlife Services ha reso noto di aver sterminato 24.687 castori. (Leggi anche: Così il Dipartimento della fauna selvatica americano ha ucciso 1,76 milioni di animali nel 2021)

I castori, gli ingegneri dell’ambiente

I castori sono conosciuti con il soprannome di “ingegneri dell’ambiente” e l’appellativo calza a pennello. Questi roditori sono famosi per costruire le dighe, rallentando così la velocità dei corsi d’acqua e realizzando ruscelli e stagno.

In queste aree proliferano pesci, anfibi, uccelli e altre specie viventi che trovano qui un ambiente favorevole. Con il loro instancabile lavoro i castori modellano il paesaggio, mantenendo in salute il suolo e mitigando le inondazioni. Servono altri motivi per tutelare maggiormente questa specie unica?

Fonte: Newhouse Wildlife Rescue/Facebook – Beavers North West

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook