I pappagalli cacatua continuano ad aprire i bidoni della spazzatura in Australia, lo studio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nello Stato australiano i pappagalli cacatua hanno imparato come aprire i bidoni della spazzatura e recentemente come superare alcuni dissuasori disposti dai cittadini della periferia di Sydney. Gli esperti si sono interrogati su tale capacità e sulle tecniche messe in pratica dagli australiani

Ancora pappagalli cacatua Cacatua galerita avvistati nei pressi dei cassonetti in cerca di cibo. Nella periferia di Sydney la loro presenza non ha fatto che aumentare negli anni. Si incontrano sui bidoni dove, emulando i propri simili, hanno imparato ad aprirli.

Già precedenti studi avevano gettato luce su questa abilità dei pappagalli cacatua, ma adesso sembra che questi uccelli dal ciuffo giallo si siano addirittura superati, aggirando con astuzia le tecniche messe in atto dai cittadini per tenerli lontano. E la conferma arriva da un nuovo studio pubblicato di recente sulla rivista Current Biology.

Quando ho visto per la prima volta un video dei cacatua che aprivano i bidoni, ho pensato che fosse un comportamento così interessante e unico e sapevo che dovevamo esaminarlo, commenta Barbara Klump del Max Istituto Planck del comportamento animale, autrice principale della ricerca.

I pappagalli cacatua riescono ad aprire i bidoni grazie al becco, ma ciascuno mette in pratica una strategia diversa che può comprendere o meno l’uso di una zampa come ausilio.

Recentemente i ricercatori hanno somministrato un sondaggio a 1134 abitanti di Greater Sydney e Wollongong e hanno scoperto che i residenti hanno provato a usare mattoni, pietre, bottiglie piene d’acqua e corde per impedire ai pappagalli cacatua di cibarsi dei rifiuti.

Ogni volta che un cacatua riusciva a superare l’ostacolo la tecnica veniva cambiata. Tuttavia fino ad ora a nulla sembrano esser serviti gli svariati e fantasiosi tentativi.

cacatua

@Current Biology

Secondo gli esperti non si tratterebbe solamente di una interazione tra membri della stessa specie, ma anche tra fauna selvatica ed essere umano e da questa sarebbe nato il conseguente conflitto.

Non è solo un apprendimento sociale dal lato del cacatua, ma è anche un apprendimento sociale dal lato umano, conclude la dottoressa Klump.

Senza dubbio questo comportamento è accentuato dalla rapidissima trasformazione del loro habitat e dalla facilità con cui questi uccelli possono procurarsi di cibo nei bidoni della spazzatura. I pappagalli cacatua sembrano adorare, ad esempio, i carboidrati.

Fonte: Current Biology

Non perderti tutte le altre nostre notizie, seguici su Google News e Telegram

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook