Pulcini schiacciati, annegati e mutilati: l’inchiesta shock che svela l’orrore in uno dei più importanti allevamenti che rifornisce i fast food USA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una nuova indagine di Animal Equality mostra tutte le atrocità subite dai pulcini in uno dei più importanti allevamenti degli Usa

Una nuova indagine sotto copertura, condotta dagli attivisti di Animal Equality, mostra tutte le atrocità che sono costretti a subire i pulcini appena nati in uno dei più importanti allevamenti di pollame degli Stati Uniti

Pulcini triturati vivi a pochi minuti dalla nascita, annegati e mutilati ancora da cosciente. Le immagini che arrivano dei più grandi allevamenti di pollo degli Stati Uniti sembrano scene tratte da un film horror, ma purtroppo documentano l’orrore dell’industria del pollame. A divulgare i foto e i video raccapriccianti l’organizzazione internazionale Animal Equality, che ha condotto un’investigazione sotto copertura nell’azienda Foster Farms situata a Waterford, in California.

L’allevamento finito nel mirino degli attivisti fornisce prodotti, certificati dall’American Humane Association, a grandi catene di supermercati come Walmart, Costco, e Target, nonché a vari fast food statunitensi.

Leggi anche: Oltre 500 pulcini troppo piccoli per essere redditizi lasciati morire in meno di 24 ore da un fornitore di McDonald’s e Tesco

Le terribili torture subite dai pulcini appena nati

La nuova inchiesta si è svolta presso l’incubatoio dell’allevamento. Qui un attivista sotto copertura è riuscito a immortalare quanto accade ai poveri pulcini. 

inchiesta pulcini allevamento usa

@Animal Equality

I piccoli, nati da circa un’ora vengono schiacciati e triturati vivi all’interno macchinari predisposti per quello che chiamano “smaltimento”. I pulcini vengono mutilati ancora coscienti, lasciati con i corpi squarciati e successivamente abbandonati per ore prima di essere messi nel tritacarne. Le telecamere di Animal Equality hanno ripreso persino alcuni pulcini rimasti intrappolati nei vassoi da cova dopo essere sopravvissuti alle ustioni provocate dall’acqua bollente usata nel processo di lavaggio.

“Questo perché il processo automatizzato nello stabilimento non applicava misure di salvaguardia efficaci per la prevenzione di queste lesioni e dei possibili conseguenti decessi” spiega l’organizzazione animalista. 

Ma le atrocità non finiscono qua. Come mostrano le terribili immagini, alcuni pulcini vengono anche annegati in acqua e schiuma chimica sui pavimenti dell’azienda sotto i nastri trasportatori. 

inchiesta pulcini allevamento california

@Animal Equality

***ATTENZIONE! IMMAGINI FORTI ***

Violazioni inaccettabili 

Oltre alle torture subite dai pulcini, nello stabilimento californiano Animal Equality ha riscontrato la mancanza di un’efficace politica sul benessere degli animali e di un programma di formazione dedicato agli operatori per prevenire la sofferenza prolungata degli animali feriti. La mancanza di un’adeguata formazione per gli operatori è stata documentata diverse occasioni, ad quando alcuni operatori hanno fatto cadere a terra numerose pile di vassoi contenenti migliaia di uova con pulcini vivi.

La caduta dei vassoi ha causato la morte della maggior parte degli animali al loro interno. – spiega Animal Equality – Tuttavia, durante le operazioni di pulizia, la direzione ha dichiarato che quanto accaduto “non era un grosso problema” perché ottenere uova sostitutive non sarebbe stato un problema.

Alla luce di quanto documentato, Animal Equality ha chiesto al procuratore locale di sporgere denuncia contro questa azienda per le violazioni del codice penale statale che vieta la crudeltà sugli animali.

Si tratta di una situazione inaccettabile, a maggior ragione perché Foster Farms rifornisce importanti brand come Walmart, Costco e Target. Tutti rivenditori che assicuravano ai consumatori che agli animali coinvolti nelle loro catene di approvvigionamento venga impedito di provare disagio, dolore e ferite, al contrario di quanto invece è stato documentato dall’inchiesta appena pubblicata.

“La mancanza di cure da parte di Foster Farms porta alla morte quotidiana di migliaia di pulcini che spesso soffrono in maniera atroce a causa delle mutilazioni, delle scottature riportate nel corso di un processo di violenza brutale con poca supervisione, nessuna cura e scarse tutele nei loro confronti o che muoiono annegati” ha commentato Alice Trombetta, direttrice di Animal Equality Italia.

Secondo i dati forniti dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, ogni anno negli incubatoi muoiono oltre 81 milioni di pulcini nel loro primo giorno di vita. Una strage silenziosa di cui si parla ancora troppo poco. Non possiamo più fare finta di niente, è arrivato il momento di fermare quest’assurda crudeltà!

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Animal Equality 

Ti potrebbero interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook