Potrebbero mancare le uova: allevamenti in crisi per influenza aviaria e rincari in UK, cosa rischia l’Italia?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La situazione dei produttori di uova in Gran Bretagna non è delle migliori e loro stessi hanno avvisato che potrebbero iniziare ad esserci carenze nei supermercati. La colpa è dell'influenza aviaria e dei rincari che hanno messo in ginocchio diversi allevamenti in UK

Libera Terra

Nel Regno Unito c’è una certa preoccupazione per la possibile carenza di uova, dovuta a problemi sostanziali che si sono registrati nell’ultimo periodo negli allevamenti di galline ovaiole. Di cosa si tratta?

L’influenza aviaria ha costretto a ridurre le dimensioni degli allevamenti e contemporaneamente è aumentato il costo dei mangimi, oltre che di altre materie prime e dell’energia.

Sono già mesi che i produttori di uova in UK hanno segnalato queste difficoltà produttive ma ora avvertono che, se la tendenza continuerà ad essere tale, i consumatori potrebbero iniziare a trovare con più difficoltà le uova al supermercato.

Secondo i dati che emergono dall’ente commerciale British Free Range Egg Producers Association (BFREPA), un’associazione di cui fanno parte 550 aziende di uova (che rappresentano circa il 70% della produzione di uova biologiche e ruspanti del Regno Unito), un terzo dei 165 allevatori intervistati ha ridotto il numero di galline negli allevamenti perché non erano più in grado di sostenere i costi.

Un quarto degli allevatori presi a campione, invece, si è visto addiruttura costretto ad interrompere la produzione, in maniera temporanea o permanente.

Questa situazione, come già preannunciato, è dovuta all’aumento dei costi delle materie prime (mangime per le galline compreso) ma anche di energia e trasporti. Il tutto aggravato dall’influenza aviaria che ha fatto ammalare molte galline e costretto i produttori ad abbatterle (a volte anche se erano sane).

E in Italia?

Considerando che l’influenza aviaria è un problema che riguarda anche il nostro Paese, così come i rincari di materie prime ed energia, non ci stupiremmo affatto se i produttori di uova in Italia si trovassero in una situazione simile.

Difficile comunque che non si troveranno uova al supermercato (del resto anche nel Regno Unito si riuscirà a trovare in qualche modo una soluzione), semmai – e questo è ben più probabile – potremmo vederle aumentare di prezzo.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: The Guardian

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook