Non ci sono più uova, è uno degli effetti dell’ondata di calore più forte della storia della Cina

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È allarme carenza di uova in Cina: a causa del caldo record che sta flagellando il Paese le galline ne depongono sempre meno, mentre i prezzi sono schizzati alle stelle

Come conservare l'avocado

In Cina le uova stanno iniziando a scarseggiare. Nelle ultime settimane la produzione di questo alimento ha subito una serie battuta d’arresto. La causa? Tutta colpa del caldo record che sta mettendo a dura prova non soltanto i cittadini cinesi, ma anche gli animali, in particolare le galline, che in preda allo stress depongono meno uova.

A seguito di questa carenza, che interessa soprattutto l’area orientale del Paese, i prezzi di questo prodotto sono schizzati alle stelle. Nel corso delle ultime settimane sono lievitati, infatti, di circa il 30%.

Città come Hefei, capoluogo della provincia dell’Anhui, hanno registrato temperature superiori a 38° per circa 14 giorni, mentre nella provincia di Chongqing, i termometri hanno segnato 44,4°C lo scorso fine settimana. Un vero record per il Paese, colpito dall’ondata di caldo più lunga e intensa mai registrata dal 1961, che sta causando gravi danni all’economia, specialmente al settore agricolo.

L’impatto devastante del caldo sugli allevamenti e il settore agricolo (e non solo)

Nella provincia di Jiangxi, oltre 140.000 ettari di raccolti sono stati danneggiati a causa della siccità. Per far fronte al problema delle ondate di calore, diversi allevamenti sono stati costretti a installare condizionatori e a dotare le strutture di sistemi di raffreddamento in modo da far sopravvivere le galline e renderle più produttive.

Oltre ad avere un impatto molto pesante sugli allevamenti di pollame, l’ondata di caldo ha anche portato diverse città cinesi a porre dei limiti per l’utilizzo di corrente elettrica nelle fabbriche, negli uffici e nei centri commerciali.

Ma quella che sembrerebbe un’emergenza in realtà è destinata a diventare una realtà a cui la popolazione dovrà a abituarsi.

Sullo sfondo del riscaldamento globale, l’ondata di caldo sarà una ‘nuova normalità’. – commenta il meteorologo Chen Lijuan del National Climate Center – Le ondate di calore iniziando con anticipo e durano più a lungo e sarà sempre peggio in futuro.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: CNA 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook