Sfilata Frasso: sabato 16 va in scena la passerella più green del Lazio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 16 luglio torna - nel cuore del Lazio - Sfilata Frasso, la passerella ecosostenibile, dove i rifiuti destinati a finire in una pattumiera vengono trasformarsi in splendidi abiti. Nel corso dell'evento, che si terrà nell'affascinante borgo di Frasso Sabino, è in programma anche un'imperdibile cena sotto le stelle.

È iniziato il conto alla rovescia per l’attesissima Sfilata Frasso, la passerella più green del Lazio, di cui greenme.it è mediapartner e farà parte anche della giuria. Dopo il sorprendente successo dello scorso anno, l’evento – che unisce moda e riciclo – tornerà sabato 16 luglio nel pittoresco borgo medievale Frasso Sabino (Rieti). Per la nona edizione la rosa dei designer e creativi che realizzeranno i vari abiti con materiali di recupero è già al completo.

I 14 artisti selezionati potranno dare libero sfogo alla loro fantasia e sfoderare le loro abilità provengono da varie Regioni italiane: Marche, Emilia-Romagna, Lazio e Basilicata.

Nel corso di questi giorni 13 creativi, che hanno risposto alla call, si sono già presentati sulle pagine social dedicata all’evento lanciando anche un messaggio a favore dell’ambiente.

I diversi abiti saranno giudicati da esperti di fashion, giornalismo e cultura, insieme al pubblico presente all’evento. Il tema scelto per la scenografia di quest’anno sono i 4 elementi naturali: acqua, terra, aria e fuoco.

Riciclo sarà la parola d’ordine non soltanto per la realizzazione degli abiti, ma anche per l’allestimento che farà da cornice a Sfilata Frasso: via libera al riutilizzo di ombrelli rotti, bottiglie di plastica e altri oggetti che sarebbero finiti nella spazzatura.

Non mancheranno le sorprese nel corso della serata del 16 luglio, quando il borgo sabino si trasformerà in un grande palco, sul quale “la monnezza si trasforma in bellezza”. Durante l’evento il pubblico potrà cenare sotto le stelle e circondato dalle antiche mura del castello Sforza Cesarini.

Alla fine della serata verranno premiati i vestiti più belli, secondo i criteri di costruzione, riciclo e per la performance durante la sfilata.

L’artista che salirà sul podio riceverà un premio di 300 euro, il secono classificato 200 euro e il terzo classificato 100 euro.

Un premio speciale poi sarà dato per all’artista che si distinguerà per la propria passione sostenibile.

Per info sull’evento CLICCA QUI.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook