“È solo greenwashing”, l’urlo di Greta al panel della CopP26 sui crediti di carbonio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

"È solo Greenwashing". Cos' esordisce Greta Thunberg durante uno degli eventi che si stanno svolgendo a Glasgow in occasione della COP26.

Greta non è disposta a scendere a compromessi: rifiuta di partecipare al panel e se ne va

“Greenwashing”, ha esordito così Greta Thunberg durante un evento sulla compensazione del carbonio, tenutosi nell’ambito della Cop26.  La giovane attivista si è alzata prima del termine dalla tavola rotonda, alla quale partecipava  l’inviato per il clima delle Nazioni Unite Mark Carney.  Anche gli attivisti di Greenpeace erano presenti e si sono uniti alla protesta, mostrando dei cartelli che definivano la task force “una truffa”.

Greta Thunberg lascia il Panel di Shell durante la Cop26
©Handout via REUTERS

Oggi Glasgow è una città scossa dalla marcia dei giovani dei Fridays For Future, che chiedono ai governi di intensificare l’azione contro il riscaldamento globale: i giovani stanno protestando per quella che considerano una mancanza di urgenza nei negoziati formali. La manifestazione degli attivisti, guidata da Greta e  organizzata da Fridays for Future Scotland, è iniziata con piccoli gruppi di studenti, che hanno marciato lungo le rive del fiume Clyde, con la polizia lungo le strade e gli elicotteri in volo.

Greta Thunberg alla manifestazione dei Fridays for Futurem – Glasgow
©REUTERS/Hannah McKay

La grande folla ha marciato per il centro della città, raggiungendo poi George Square, dove hanno preso parola, oltre alla giovane attivista svedese, che ha definito il summit “una celebrazione di due settimane sugli affari e il solito bla bla bla”, anche Vanessa Nakate. La manifestazione di oggi precede le marce di domani, in cui sono attese decine di migliaia di persone a Glasgow.

Le proteste arrivano alla fine della prima settimana della conferenza, per chiedere ai leader mondiali di aumentare l’impegno per ridurre le emissioni di gas serra, rispettare gli Accordi di Parigi e garantire i finanziamenti ai Paesi poveri per affrontare la crisi. I leader mondiali non possono più ignorare l’urgenza: è ora di agire. 

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi tutti i nostri articoli sulla Cop26

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Redattrice su temi della sostenibilità sociale e ambientale. Laureata con lode in filosofia, ha conseguito un master di II livello in Rendicontazione Innovazione e Sostenibilità. Ha maturato esperienza nella comunicazione e nell’organizzazione di eventi presso enti profit e no profit.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook