COP26, “è tempo di agire”! Lo storico discorso della Regina Elisabetta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Regina Elisabetta si è rivolta ai leader della COP26:"Il tempo delle parole è ora passato al tempo dell'azione".

“Il tempo delle parole è ora passato al tempo dell’azione”, queste le ultime parole del discorso tenuto dalla regina Elisabetta in occasione della COP26.  La monarca del Regno Unito si è rivolta alla conferenza sul clima in un discorso preregistrato lunedì sera, dopo essersi ritirata dal partecipare al vertice di persona per motivi medici.

La regina Elisabetta ha esortato i leader mondiali presenti al vertice COP26 di Glasgow ad adottare uno sguardo lungimirante “elevandosi sopra la politica del momento” e arrivando all’accordo di un piano per combattere il cambiamento climatico.

Alcune settimane fa la regina era stata colta da alcune telecamere indiscrete, mentre parlava con la presidente del Parlamento del Galles Elin Jones della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26), che si terrà a novembre a Glasgow: 

“È davvero irritante quando parlano ma non agiscono” ha sbottato la sovrana mentre parlava con la presidente”, si è lamentata Elisabetta. 

Ecco il discorso completo della Regina:

Grazie, Primo Ministro Holness, per le sue gentili parole di presentazione. Sono lieta di darvi il benvenuto alla 26a Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Ed è forse giusto che vi siate riuniti a Glasgow, un tempo il cuore della rivoluzione industriale, ma ora un luogo per affrontare il cambiamento climatico. Questo è un dovere che sono particolarmente felice di assolvere, poiché l’impatto dell’ambiente sul progresso umano era un argomento a cuore del mio caro defunto marito, il principe Filippo, il duca di Edimburgo. Ricordo bene che nel 1969 disse a un convegno accademico: «Se la situazione dell’inquinamento mondiale non è critica in questo momento, è certo come tutto può esserlo, che la situazione diventerà sempre più intollerabile in brevissimo tempo… Se non riusciranno a far fronte a questa sfida, tutti gli altri problemi sfumeranno fino a diventare insignificanti. Per più di settant’anni ho avuto la fortuna di incontrare e conoscere molti dei grandi leader mondiali. A volte è stato osservato che ciò che i leader fanno oggi per il loro popolo è il governo e la politica. Io, per esempio, spero che questa conferenza sia una di quelle rare occasioni in cui tutti avranno la possibilità di elevarsi al di sopra della politica del momento e di raggiungere una vera abilità di statista. È la speranza di molti che l’eredità di questo vertice – scritta nei libri di storia ancora da stampare – vi descriva come i leader che non si sono lasciati sfuggire l’opportunità e che avete risposto alla chiamata di quelle generazioni future. Che hai lasciato questa conferenza come comunità di nazioni con una determinazione, un desiderio e un piano per affrontare l’impatto del cambiamento climatico e riconoscere che il tempo delle parole è ora passato al tempo dell’azione. Naturalmente, i benefici di tali azioni non saranno lì per goderne per tutti noi qui oggi: noi, nessuno di noi, vivremo per sempre. Ma lo stiamo facendo non per noi stessi, ma per i nostri figli e i figli dei nostri figli e per coloro che seguiranno le loro orme. E quindi, vi auguro ogni buona fortuna in questo importante sforzo.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi tutti i nostri articoli sulla Cop26:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Redattrice su temi della sostenibilità sociale e ambientale. Laureata con lode in filosofia, ha conseguito un master di II livello in Rendicontazione Innovazione e Sostenibilità. Ha maturato esperienza nella comunicazione e nell’organizzazione di eventi presso enti profit e no profit.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook