Mini eolico contro il caro bollette: l’alternativa al fotovoltaico da balcone quando manca il sole

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando non possiamo sfruttare bene il sole perché la nostra casa non è ben esposta, possiamo pensare al mini eolico contro il caro bollette: installare una piccola turbina sul tetto delle nostra casa o addirittura sul nostro balcone non è una soluzione di per sé economica, ma a lungo andare lo diventa

Anche il mini eolico contro il caro bollette: se non possiamo usufruire del fotovoltaico sul tetto o  da balcone perché abbiamo poco sole, possiamo produrre elettricità con un piccolo impianto eolico, una mini turbine da mettere analogamente sul tetto o sul balcone.

Mini perché piccolo, ma non insignificante: installare una mini turbina eolica sul nostro tetto o anche sul nostro balcone se non può permetterci di staccarci dalla rete ma può essere di aiuto. Una piccola turbina, se installata in una zona ventosa, abbatte le bollette davvero.

La tecnologia è infatti migliorata moltissimo: le macchine attuali dispongono ora per buona parte di componenti e dispositivi che hanno decretato il successo dell’eolico maggiore, con risultati importanti in termini di affidabilità e prestazioni. Quindi mini sì, ma non per efficienza.

Il mini eolico per uso domestico

Come spiega Anev  (Associazione nazionale energia del vento), in ambito internazionale si intende classificare come mini eolico, gli aerogeneratori sino a 100 kW di potenza, anche se formalmente secondo la normativa IEC 61400-2 fanno parte di questa categoria che generano una potenza generalmente minore di 50-60 kW.

Per un’abitazione privata la taglie giuste sono quelle con una potenza nominale tra 1 e 6 kW che no, non sono sufficienti a rendere un’abitazione privata indipendente dalla rete, considerati i consumi medi attuali, ma sono un aiuto, di cui in questo momento particolare abbiamo davvero tutti bisogno.

Come installare un impianto mini eolico per aumentarne l’efficienza

Come un impianto fotovoltaico da balcone va installato in modo da raccogliere la maggior parte dell’energia solare possibile, così un mini eolico deve essere posto con cura in modo da sfruttare al meglio l’esposizione al vento.

Leggi anche: Fotovoltaico da balcone: come installarlo per aumentarne l’efficienza

Per l’eolico, in particolare, i balconi sono meno adatti sulla carta, essendo protetti dalle mura dell’edificio, ma anche qui c’è il piano B: si può infatti optare per un impianto eolico ad asse verticale, che ha la capacità di sfruttare meglio i venti di minore intensità, oltre ad occupare meno spazio.

Mini eolico: quanto costa

Lo diciamo subito, il mini eolico non è una soluzione inizialmente molto economica come non lo è il fotovoltaico da balcone. Facendo un giro in rete, infatti, ci si accorge che i costi non sono proprio contenuti, soprattutto se si punta al sistema orizzontale per il tetto, over generalmente circola più vento.

Le pale eoliche orizzontali classiche infatti hanno prezzi tra i 1.000 e i 2.000 euro per una produzione tra 1 e 3 kW, a cui è necessario aggiungere i costi per l’installazione stessa. Esistono però delle soluzioni “urbane”, composte da aerogeneratori disposti su una parete, chiamato “mini-eolico da parete”, che potrebbero essere usate “in sharing”.

Leggi anche: Le affascinanti turbine eoliche “a muro” possono catturare l’energia dal vento nelle nostre città

Se invece si preferisce rivolgersi alle soluzioni da balcone, magari perché si vive in un condominio o perché l’edificio non è in ogni caso particolarmente esposto al vento, si deve optare per un impianto ad asse verticale, i cui costi sono decisamente più bassi, anche 200 euro, ma per produzioni di 0,5 kW (di picco).

Certo, è giusto e doveroso fare i conti alla mano caso per caso, ma non dimentichiamo mai che continuare ad usare fonti di energia fossile è una strategia che in ogni caso è destinata a fallire.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook