La prima ministra neozelandese Ardern promette il 100% di energia rinnovabile entro il 2030

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La prima ministra neozelandese Jacinda Ardern ha promesso di raggiungere il 100% di energia rinnovabile entro il 2030

Pitture ecologiche e naturali per la casa

Lo aveva detto prima di entrare in carica nel 2017, promettendo di concentrarsi sull’affrontare la crisi climatica durante la sua prima campagna elettorale. E ora la prima ministra neozelandese Jacinda Ardern rilancia, con l’obiettivo di raggiungere il 100% di energia rinnovabile entro il 2030 se il suo partito vincerà la rielezione a ottobre.

Nell’annunciare il nuovo impegno, la Ardern ha legato l’obiettivo a una ripresa verde dopo la crisi legata alla pandemia da coronavirus.

“La ripresa economica post COVID-19 rappresenta un’opportunità unica per la generazione di rimodellare il sistema energetico della Nuova Zelanda per renderlo più rinnovabile, più veloce, conveniente e sicuro”, ha detto.

La Ardern, quindi, incrementa così il precedente obiettivo di eliminare gradualmente l’energia non rinnovabile entro il 2035, tagliandolo di 5 anni. Il Paese attualmente produce l’84% della sua elettricità da fonti rinnovabili. Tuttavia, questi rappresentano solo il 40% dell’energia effettivamente utilizzata nel paese, poiché la Nuova Zelanda importa ancora carbone e petrolio dall’estero.

Il piano green include anche l’elettrificazione dei trasporti e dell’industria, investendo in nuove tecnologie come l’idrogeno verde. I suoi detrattori puntano il dito contro il nuovo piano energetico, che a loro dire farebbe perdere posti di lavoro e aumenterebbe i costi dell’elettricità fino al 40%.

Ma la Ardern ribatte sicura:

“L’investimento nelle energie rinnovabili consentirà di creare posti di lavoro. Il nostro piano creerà occupazione e svilupperà la forza lavoro altamente qualificata di cui la nostra futura economia ha bisogno per prosperare.  Il piano per l’energia pulita è un elemento del più ampio piano di ripresa dal COVID-19 e del lavoro che preparerà la Nuova Zelanda per il futuro, stimolando l’occupazione e l’economia adesso”.

L’elezione, ritardata a causa del coronavirus, è prevista per il 17 ottobre. Staremo a vedere…

Fonte: SBSNews

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook