Caldo record in Europa: l’estate del 2021 è stata la più rovente degli ultimi 30 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Clima, l'estate del 2021 la più calda in Europa degli ultimi 30 anni. Lo rende noto il servizio di monitoraggio europeo Copernicus

Sta per concludersi un’estate di fuoco, la più calda registrata in Europa negli ultimi 30 anni. E in Italia ce ne siamo accorti, visto che a Siracusa lo scorso agosto il termometro ha raggiunto i 48,8°C, un dato record per il Vecchio Continente. L’estate del 2021 l’estate ha superato di 0,1 gradi le precedenti estati più calde, ovvero del 2010 e del 2018. A fornire questi dati è l’osservatorio europeo sul clima “Copernicus”, che ci offre la fotografia di un continente diviso in due: mentre nell’area del Mediterraneo si è assistito a temperature roventi, nel Nord Europa sono state inferiore alla media.

E proprio in questa regione si è assistito ad una forte instabilità meteorologica, con numerose alluvioni che hanno provocato centinaia di vittime e migliaia di danni in Paesi come Germania e Belgio. Mentre numerose aree degli Stati affacciati sul Mediterraneo, tra cui l’Italia e la Grecia, sono state devastate da violenti incendi. 

Quello del 2021 è stato il terzo agosto più caldo di sempre (a livello globale)

A livello mondiale, agosto 2021 è stato il terzo più caldo mai registrato, superiore di poco più di 0.3°C rispetto alla media nel periodo compreso tra il 1991 e il 2020. Al contrario di quel periodo, l’agosto appena concluso è stato caratterizzato da condizioni metereologiche fortemente contrastanti in tutto il continente:

  • temperature massime da record nei Paesi del Mediterraneo
  • temperature più alte della media ad Est
  • temperature sotto la media al Nord

Nonostante le temperature si siano mantenute sotto la media nelle aree più a Nord d’Europa, si è assistito a picchi di caldo anche nelle regioni più fredde del continente. Nel Circolo Polare Artico sono stati sfiorati i 48°C a causa di un’inedita e persistente ondata di calore in Siberia, che per settimane è stata devastata da quello che è stato definito l‘incendio più esteso del Pianeta, mentre la temperatura superficiale della Russia ha ampiamente superato i 35°C già nel primo giorno d’estate. 

Ancora dubbi sul riscaldamento globale? 

Fonte: Copernicus Eu

Ti potrebbe interessare anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook