Coriandoli di polistirolo per Carnevale, l’ultima follia di un mondo sommerso dalla plastica

Si sta diffondendo l’uso di coriandoli di polistirolo a forma di pallina, venduti in lunghi tubi di plastica, per festeggiare il Carnevale (ma con un terribile impatto sull’ambiente)

Il Carnevale è una festa colorata e gioiosa, ma dietro alle maschere e ai coriandoli si nasconde spesso una realtà di cui pochi parlano: l’inquinamento ambientale che può comportare. Quest’anno, una delle ultime folli trovate per festeggiare è l’utilizzo di coriandoli di polistirolo a forma di pallina, venduti in lunghi tubi oltretutto di plastica come segnalano gli amici di Plastic Free.

Dov’è il divertimento? Non c’è, anzi. Acquistare questi prodotti ha un impatto ambientale enorme. Il polistirolo è infatti un materiale plastico leggero e facile da lavorare, ma è anche uno dei più dannosi per l’ambiente che ci circonda.

Quando finisce in mare e si sfalda, il polistirolo si trasforma in piccole particelle, creando le microplastiche che rappresentano una minaccia per la vita marina e l’ecosistema marino nel suo complesso. Un solo pezzo di polistirolo può generare oltre un milione di microplastiche, le quali possono essere ingerite dagli organismi marini, causando danni irreparabili alla catena alimentare e all’ambiente in generale.

Troviamo alternative sostenibili per festeggiare!

È necessario impegnarci tutti in prima persona per dare vita ad una maggiore consapevolezza ambientale e per farlo è importante considerare l’impatto delle nostre azioni anche durante le feste e le celebrazioni. Scegliere alternative sostenibili e green è dunque quindi fondamentale.

Esistono molte alternative eco-friendly ai coriandoli di polistirolo. Ad esempio è possibile utilizzare coriandoli biodegradabili realizzati con materiali naturali come carta riciclata o petali di fiori essiccati. Questi coriandoli non solo offrono la stessa gioia e colore dei coriandoli tradizionali, ma si decompongono in modo naturale nell’ambiente.

Celebrare il Carnevale in modo sostenibile non significa rinunciare al divertimento, ma piuttosto abbracciare nuove tradizioni che rispettano il nostro pianeta. Un cambiamento verso coriandoli biodegradabili rappresenta un atto tangibile per ridurre l’inquinamento da plastica e dimostra un impegno collettivo per un futuro più verde.

Insomma, indossiamo le maschere e divertiamoci insieme ai nostri bambini, ma ricordiamoci che ogni piccolo gesto conta nella costruzione di un ambiente più pulito e sostenibile. Abbandonare i coriandoli di polistirolo è un passo verso un Carnevale più ecologico e rispettoso della salute del nostro prezioso pianeta.

Non vuoi perdere le nostre notizie?

Ti potrebbe interessare anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Iscriviti alla newsletter settimanale
Seguici su Facebook