La grande lezione di civiltà dei tifosi giapponesi, che raccolgono i rifiuti sugli spalti ai Mondiali in Qatar

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alla fine della partita di apertura dei Mondiali di calcio, alcuni tifosi giapponesi sono stati immortalati mentre ripulivano gli spalti dai rifiuti: un'abitudine virtuosa che dovremmo tutti imitale

Sta facendo il giro del mondo in questi giorni il video, girato dal famoso YouTuber Omar Al-Farooq, in cui si vedono tifosi giapponesi ripulire gli spalti dell’Al Bayt Stadium alla fine della partita di apertura dei Mondiali del Qatar 2022.

È domenica 20 novembre è sul campo verde si sono appena sfidate le squadre del Qatar, i padroni di casa di questi discussi mondiali, e l’Ecuador. Fra i tanti tifosi sugli spalti erano presenti anche dei giapponesi. Alla fine del match, questi si sono trattenuti e, armati di sacchetti dell’immondizia, hanno raccolto i rifiuti (sacchetti vuoti delle patatine, bottiglie di plastica, fazzolettini e altro) e ripulito lo stadio, assicurandosi di lasciare l’ambiente pulito prima di andar via.

Sottolineiamo che i tifosi giapponesi non si sono limitati, come avremmo fatto anche noi, a gettare i loro rifiuti chiudendo gli occhi davanti alla spazzatura lasciata dagli altri, ma hanno raccolto anche sacchetti e bottigline che gli altri spettatori dell’evento avevano lasciato a terra o sulle sedie.

Questo atteggiamento così rispettoso dell’ambiente e del luogo ha sconvolto Omar, che ha voluto immortalarlo in un video diffuso poi sul proprio profilo Instagram. Lo YouTuber ha voluto chiedere ai tifosi perché si stessero occupando della spazzatura lasciata da altri – al termine di una partita in cui non aveva giocato neanche la loro squadra nazionale, tra l’altro.

I giapponesi, come se fosse la cosa più normale del mondo, hanno risposto che fa parte della loro cultura rispettare il luogo in cui si è stati, lasciandolo pulito e portandosi via la spazzatura – propria e degli altri. Non si può che esprimere rispetto e ammirazione per queste persone, che hanno dedicato tempo ed energie per raccogliere i rifiuti lasciati da altri avventori dello stadio decisamente più incivili.

Ecco il video che è diventato virale:

Non è la prima volta che il comportamento virtuoso dei tifosi giapponesi balza all’onore delle cronache. Già durante i Mondiali di Calcio del 2018, in occasione della partita fra Colombia e Giappone, i tifosi giapponesi si erano trattenuti fra gli spalti per ripulire meticolosamente lo stadio dai rifiuti e lasciarlo come lo avevano trovato.

Dovremmo imparare tutti una lezione da questo aspetto della cultura giapponese: rispettare il luogo in cui si è stati, lasciarlo pulito – anche a costo di perdere del tempo e di occuparsi dei rifiuti altrui, sono abitudini che purtroppo non fanno parte della cultura di molti di noi (con le conseguenze che vediamo…)

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Omar Al-Farooq

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook