PizzAut lancia la Aut Academy per formare professionalmente i ragazzi autistici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'obiettivo è quello di offrire formazione spendibile nel mondo del lavoro ai ragazzi affetti da autismo, affinché diventino indipendenti

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

Vi abbiamo già parlato della splendida iniziativa PizzAut, la prima pizzeria in Italia gestita da ragazzi affetti da autismo che ha sede a Cassina De’ Pecchi, in provincia di Milano. Un’opportunità di inserimento sociale e di integrazione per ragazzi autistici che permette loro di lavorare e avere una socialità troppo spesso negata a causa della loro disabilità.

Questa settimana l’annuncio della nascita di una nuova, importante realtà inclusiva nei confronti dei ragazzi affetti da autismo: è Aut Academy, un corso di formazione per giovani autistici che permetterà loro di crescere nel mondo del lavoro e di acquisire competenze nel settore della ristorazione. L’accademia, infatti, formerà cuochi, pizzaioli e personale di sala. Il progetto è stato finanziato anche dalla Regione Lombardia, che ha contribuito con 120.000 euro.

La presentazione di questo progetto segna infatti un nuovo importante passo per l’inclusione delle persone con fragilità in Lombardia – ha dichiarato Alessandra Locatelli, assessore alla Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità della Regione Lombardia. – Siamo orgogliosi di sostenere progetti di formazione e inclusione lavorativa con finanziamenti mirati alla realizzazione di percorsi che valorizzino le abilità e le competenze dei tanti ragazzi con disturbi dello spettro autistico.

Questo è solo l’inizio di un percorso di innovazione che Regione Lombardia intende intraprendere per offrire opportunità migliori per tutti i giovani. L’accademia formativa permetterà ai ragazzi coinvolti di crescere in termini di autonomia, sicurezza e autostima. Superando così anche limiti che, in prima battuta, potevano apparire come insormontabili.

(Leggi anche: PizzAut, la prima pizzeria gestita da ragazzi autistici diventa itinerante con il nuovo food track che girerà l’Italia)

La nuova scuola aprirà i battenti a metà mese a Cinisello Balsamo (Milano). L’obiettivo dell’accademia è quello di rendere i giovani con disabilità autonomi dal punto di vista professionale: come lamentano molti genitori di ragazzi autistici (fra cui anche l’ideatore di PizzAut, Nico Acampora, padre di un bimbo affetto da autismo), si pensa molto al “dopo di noi” – ovvero alla cura dei disabili alla morte dei genitori, ma poco si sta facendo per permettere ai ragazzi disabili di camminare sulle proprie gambe ed essere indipendenti anche quando i genitori sono ancora in vita.

Purtroppo, in Italia si contano attualmente circa 600.000 persone autistiche (5.300 solo nell’area metropolitana di Milano) e per loro non esistono né offerte di formazione né concrete opportunità di lavoro: si tratta di una vera emergenza sociale di cui non si parla abbastanza e per la quale le autorità non sembrano fare molto. Si pensa ad attività ricreative per persone autistiche, con cui queste possono trascorrere il loro tempo libero, ma non esiste ancora un progetto che le conduca al mondo del lavoro con la giusta formazione e le giuste competenze.

Il percorso di Aut Academy si rivolge a giovani autistici (di età compresa fra i 16 e i 29 anni) che hanno assolto l’obbligo scolastico, accompagnandoli al mondo del lavoro attraverso la promozione di competenze e attitudini in ambito informatico, artistico e della cura del verde. Sono previste 200 ore scolastiche, suddivise fra didattica frontale, laboratori e workshop, e 400 ore di tirocinio in azienda.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Regione Lombardia

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook