Queste tonnellate di avocado non arriveranno mai sulle tavole: vengono lasciate a terra a marcire

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tonnellate di avocado di seconda scelta lasciati a marcire in una discarica per colpa dell'eccesso di offerta e dei costi troppo elevati di imballaggi e trasporti

Tonnellate di avocado scaricati e lasciati marcire a terra. Succede nel nord del Queensland, in Australia, dove gli agricoltori a causa dei costi elevati di trasporto e imballaggi ed eccesso di offerta, sono costretti a scartare i frutti di seconda scelta. La denuncia proviene da Jan De Lai, una donna che ha fotografato e poi postato su Facebook, gli avocado riversati a terra. Una scena raccapricciante che mostra montagne di sprechi alimentari.

L’avocado è un frutto molto nutriente ma la sua coltivazione rappresenta una minaccia: divoratrici di acqua, assetano la popolazione e invadono il paesaggio. Per questo, vedere questo spettacolo fa doppiamente male.

Che cosa sta succedendo? Probabilmente senza i social, questa denuncia non sarebbe mai arrivata. Ma una donna si è accorta che nella discarica di Atherton, nell’estremo nord del Queensland, gli agricoltori sono stati costretti a buttare gli avocado a a causa di un’offerta eccessiva di frutta e dell’aumento dei costi di trasporto e imballaggio.

“Camion carichi di avocado vengono scaricati ad Atherton! Sicuramente potrebbero essere usati per il foraggio degli animali o usati per fare l’olio?” aveva scritto la donna su Facebook.


Il post è stato ripreso da diverse testate giornalistiche internazionali e ha suscitato preoccupazione tra i coltivatori di avocado costretti a competere con i venditori internazionali. A proposito è intervenuto anche il presidente di Avocado Australia, Jim Kochi, che ha confermato che i frutti sono stati abbandonati per i motivi già elencati. Al primo posto rimane il fatto che l’eccesso di offerta rappresenta un problema.

“Siamo tornati ai livelli in cui eravamo 20 anni fa. C’è stata molta concorrenza tra i coltivatori e le catene, quindi il prezzo è sceso, parliamo di frutta in vendita a un dollaro quando normalmente dovrebbe essere venduta a 2, anche 3 dollari. Siamo tornati ai livelli in cui eravamo 20 anni fa, spiega il presidente.

Mentre le immagini degli avocado lasciati marcire destano preoccupazione per lo spreco alimentare, gli agricoltori controbattono che l’elevata offerta rende più difficile la lavorazione di frutti di qualità inferiore. Ma non solo.

Normalmente, gli avocado di bassa qualità, come quelli nella foto, finirebbero in un impianto di lavorazione e si trasformerebbero in guacamole o altri prodotti, compresi prodotti per la cosmesi, come maschere maschere per il viso. Il presidente però spiega che gli impianti sono pieni e che è impossibile visti i costi di trasporto e di imballaggio, spostare la frutta altrove.

“Non ne vale la pena. I nostri costi di imballaggio e il trasporto sono quasi raddoppiati. L’unica soluzione è che si trasformino in compost”, chiosa Jim Kochi.

Ma sui social si alza la protesta: “Questa è semplicemente follia!”.

Fonte: Jan De Lai/Facebook The Guardian

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook