L’avocado si può congelare? Tutti i trucchi per farlo correttamente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco tutti i trucchi per conservare più a lungo uno dei frutti del momento: l'avocado. Congelandolo, non sprecheremo cibo e avremo il frutto sempre a disposizione

Non conservare così l'avocado: è pericoloso

Una volta era un frutto esotico, raro e difficile da trovare nei nostri supermercati – ora non è più così: l’avocado è ormai diffusissimo e reperibile ovunque, si coltiva anche in Italia (facciamo caso alla provenienza quando lo acquistiamo e scegliamo prodotti nostrani per ridurre l’inquinamento legato ai trasporti) ed è il re indiscusso di molte ricette, dolci e salate.

Ma cosa fare se abbiamo comprato un avocado già maturo e ci siamo resi conto di non riuscire a consumarlo prima che vada a male e debba essere buttato? Esistono metodi per conservarlo più a lungo? In questo articolo vi avevamo spiegato come conservare il frutto già aperto in frigorifero per qualche giorno. Ora vediamo invece come congelarlo.

(Leggi anche: Avocado: 10 buoni motivi per mangiarlo)

Prima di procedere con il congelamento, assicuriamoci che il frutto abbia raggiunto il grado di maturazione ottimale. Per fare questo basterà esercitare una leggera pressione con le dita sulla buccia dell’avocado: se sentiremo la polpa all’interno cedere un po’, allora il frutto è pronto per essere congelato.

A questo punto abbiamo due possibilità: congelare il frutto così com’è oppure ridurlo in purea con l’aiuto di un po’ di succo di limone. In entrambi i casi, apriamo l’avocado a metà con l’aiuto di un coltello, eliminiamo il seme sferico contenuto all’interno del frutto e riduciamo la polpa a cubetti.

Se vogliamo conservare il frutto “in purezza”, disponiamo i cubetti di avocado su un piatto piano e cospargiamoli con del succo di limone (questo eviterà il processo di ossidazione). Poniamo poi il piatto in freezer e facciamo congelare i cubetti di frutto per qualche ora, meglio se per tutta la notte. Infine, possiamo raccogliere i cubetti congelati in un contenitore per alimenti adatto al congelatore e conservare il frutto fino a tre mesi.

Aver congelato i pezzetti prima sul piatto impedirà loro di attaccarsi gli uni agli altri, rendendo il porzionamento molto più semplice. Potremo usare questi dadi di avocado per preparare deliziosi smoothie o frullati, inserendoli ancora congelati all’interno del mixer.

In alternativa, possiamo schiacciare i pezzetti di avocado maturo con l’aiuto di una forchetta e di un po’ di succo di limone e conservare la purea ottenuta in un barattolo o in uno stampo per i cubetti di ghiaccio. Prima dell’utilizzo, lasciamo scongelare la purea qualche ora in frigorifero: sarà una farcitura deliziosa per toast e bruschette.

Qualunque sia la modalità di congelamento scelta per il nostro avocado maturo, ricordiamo di apporre un’etichetta al contenitore con la data del confezionamento: in questo modo terremo sempre d’occhio lo scorrere del tempo e sapremo entro quanti giorni dobbiamo consumare il frutto congelato.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook