Tiziano Ferro nuovo testimonial del ministero per l’adozione di cani e gatti (e scoppia la polemica)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Favorire l’adozione responsabile degli animali. Tiziano Ferro si fa portavoce ed è il testimonial delle nuove iniziative promosse dal Ministero della Salute per contrastare l’abbandono degli animali e per sensibilizzare sempre di più la popolazione sul possesso responsabile e sull’importanza dell’adozione. Ma dopo l’annuncio è scoppiata la polemica con Selvaggia Lucarelli, che lo ha accusato di essere stato scelto dal Governo dopo aver evaso il fisco.

Una vicenda che sta facendo discutere sui social. Nei giorni scorsi il Ministero della salute ha lanciato due nuove campagne, che trovate descritte qui di seguito. E’ indubbio il fatto che gli animali abbiano il diritto di essere tutelati, amati. E l’adozione è lo strumento migliore per combattere anche il randagismo. Secondo quanto riportato dal Ministero, solo nel 2019 sono stati 86.982 gli ingressi registrati nei canili sanitari e 45.695 quelli nei rifugi. Ciò significa che altrettanti animali sono stati abbandonati, nei canili o per strada, anche se quest’ultimo punto è un reato penale. Come testimonial di una delle due campagne è stato scelto Tiziano Ferro.

Ogni animale è una grande storia. A scriverla, sei tu

Pensata per raggiungere il più alto numero di persone, a cominciare dai bambini e dalle famiglie, la campagna “Ogni animale è una grande storia. A scriverla, sei tu” si svilupperà attraverso tre spot video animati, focalizzati sui tre obiettivi – abbandono, possesso responsabile e adozione – realizzati con i disegni di Giordano Poloni, che saranno trasmessi sulle reti Mediaset dedicate ai più piccoli.

Code di Casa

Su Facebook e Instagram invece troverà posto la campagna Code di casa, che ha come testimonial d’eccezione Tiziano Ferro. L’obiettivo è quello di raccontare storie di vita con gli animali a quattro zampe per combattere l’abbandono, promuovere il possesso responsabile e l’adozione.

Tiziano Ferro che ha offerto la propria immagine a titolo gratuito, per una serie di video pensati espressamente per “Code di Casa” in cui parlerà delle sue esperienze di adozione di cani abbandonati.

Alla campagna del Ministero della Salute hanno collaborato la Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici Veterinari Italiani (FNOVI), l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI), la Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva (SIMeVeP) e le principali associazioni che a livello nazionale si occupano della difesa degli animali, LAV, OIPA, LEIDAA, LNDC.

Adottare un animale da un canile o da un gattile non è solo un gesto d’amore, ma significa anche salvare una vita. Ma occorre farlo con consapevolezza e responsabilità, occorre tener conto anche delle loro esigenze ed essere consapevoli che vivere con un cane o un gatto comporta impegni e obblighi.

“La campagna digital “Code di casa” intende raccontare con un approccio leggero e amichevole il rapporto con gli amici a quattro zampe senza trascurare anch’essa temi seri ed importanti come l’abbandono, il possesso responsabile e l’adozione” si legge nel comunicato ufficiale del Ministero della salute.

Gli obiettivi della campagna sono:

  • Promuovere l’adozione consapevole degli animali di affezione, incentivando il più possibile l’adozione nei canili e nei gattili.
  • Diffondere la cultura del possesso responsabile
  • Invitare i proprietari dei cani a partecipare ai percorsi formativi in modo da facilitare la gestione del proprio animale d’affezione e garantirne il benessere.
  • Contrastare l’abbandono degli animali d’affezione e incentivare la pratica della sterilizzazione.
  • Evidenziare i benefici che un cane e un gatto possono portare

Le accuse di Selvaggia Lucarelli

Viaggiano su Twitter le parole di Selvaggia Lucarelli che ha sottolineato che su Tiziano Ferro pende una sentenza tributaria perché avrebbe evaso 6 milioni di euro. Ma nel frattempo lo stesso Governo lo ha scelto come testimonial.

Non tutti sono d’accordo con lei. Tanti sono i commenti al tweet, che sottolineano che non vi sia attinenza tra le due cose. Ma c’è anche chi è di tutt’altro avviso.

Una polemica che non dovrebbe sminuire, al di là del testimonial, l’importanza del messaggio della campagna: gli animali non sono oggetti e vanno tutelati.

Per seguire la campagna clicca qui

Fonti di riferimento: Ministero della Salute, Twitter/Tiziano Ferro

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook