Animali in stallo: 6 consigli per chi vuole ospitare cani e gatti bisognosi

immagine

Offrirsi per tenere in stallo cani e gatti significa accogliere gli animali e prendersene cura nell’attesa che qualcuno li adotti, salvandoli dalla strada ed evitando così che finiscano in canile o in gattile. Li fai crescere, li nutria, li ami e li tieni a casa tua per tutto il tempo necessario, ma poi li lasci andare verso le loro nuove famiglie, non senza che qualche lacrima sgorghi dagli occhi.

Così, però, si lascia spazio per un altro cane o gatto in difficoltà. È un lavoro duro e richiede tempo, pazienza e dedizione, ma resta la soddisfazione di aver offerto una possibilità di nuova e serena vita a un animale che avrebbe potuto fare una brutta fine. Cani e gatti salvati spesso non hanno mai vissuto in una casa e occorre quindi armarsi di tanta pazienza e preventivare pipi sul tappeto, mobili rosicchiati, pianti quando lasciati soli o non saper andare al guinzaglio, come spiega l’associazione Salvaunazampa.

Prendere un animale in stallo, insomma, comporta la stessa responsabilità che si ha verso il proprio ma con un maggiore impegno. Volete offrire uno stallo? Prima di candidarvi presso le associazioni della vostra zona, magari dopo aver fatto un po’ di volontariato con loro, meglio porsi le seguenti domande: ho abbastanza tempo da dedicare all’ospite peloso? Il padrone di casa è d’accordo? I vicini di casa sono amici degli animali e tollerano un abbaio o la pipi sotto il portone? L’ospite sarà ben accetto dai propri pelosi? Sono disposto ad ospitare il peloso per tutto il tempo necessario a trovargli un’adozione anche se si tratta di un periodo lungo?

Beth Stern, presidente della North Shore Animal League America foster program, ha accolto tantissime cucciolate di gatti, spesso rimasti orfani. Racconta di sapere quello che ognuno di loro ama mangiare, dove adora strofinarsi e quali sono i giochi preferiti. Non vi è alcun dubbio, quindi, che salutare l’animale ospitato è la parte più difficile. Questo elenco, stilato dalla Stern, potrebbe contribuire ad incoraggiare le persone che stanno prendendo in considerazione di offrire uno stallo:

1) Ricordare sempre che si sta salvando una vita

2) Non dimenticare l’obiettivo: aiutare l’animale a trovare una casa e tanto amore per sempre

3) Imparare a celebrare le adozioni di successo

4) Non sentirsi in colpa. Gli animali sono forti e hanno ottime capacità di adattamento

5) Fare una pausa tra uno stallo e l’altro

6) Custodire i ricordi

Roberta Ragni

Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Florena Fermented Skincare

Cosmetici naturali fermentati: cosa sono e perché sono così efficaci per la cura del viso

Seguici su Instagram
seguici su Facebook