antibiotici_naturali

Proprio alla fine di questo mese di gennaio, stando a quanto tv e media ci trasmettono, l’influenza stagionale arriverà al suo picco massimo e, dato l’aumento di batteri sempre più resistenti ad ogni tipo di medicinale, quale scelta migliore se non quella di ricorrere ai rimedi provenienti direttamente dalla natura? Non si può negare infatti, che quando si tratta di antibiotici ed antibatterici, la medicina naturale brilla davvero.

Sempre disponibili ed efficaci, per prevenire e curare ogni infezione e batterio, erbe e piante sono per la maggior parte sicure e per di più senza effetti collaterali. Preparazioni, decotti ed infusi a base di erbe, possono essere utilizzati come alternativa ai farmaci tradizionali per tutti coloro che vogliono limitare o ridurre l'uso degli antibiotici chimici.

E allora ecco nel dettaglio 5 antibiotici naturali, per affrontare senza timori raffreddori, febbri ma anche brutte bronchiti tipiche di questo freddo periodo dell’anno.

1) Origano: olio essenziale

Una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina grazie al suo particolare profumo, per arricchire il sapore di carne, pesce, verdure, zuppe, stufati ed insalate, l’origano in realtà è particolarmente prezioso anche alla nostra salute, grazie alle sue innumerevoli proprietà terapeutiche. Infatti questa pianta tipica del mediterraneo, in virtù dei suoi principi attivi quali i fenoli, le proteine, i sali minerali e le vitamine di cui è una buona fonte, è un ottimo rimedio se usato quale analgesico, antisettico e antispasmodico. In particolare, lolio essenziale di origano è il più potente antisettico tra tutti gli olii finora conosciuti, ed è attivo contro tutte le forme virali. Alcuni recenti studi hanno dimostrato che è in grado di uccidere quasi la totalità di batteri più comuni come lo stafilococco. Proprio per questo è molto usato nell’aromaterapia per curare problemi all’apparato respiratorio, febbre, bronchite, tosse ma anche asma, mal di denti, vaginiti, reumatismi, intossicazioni alimentari e se non bastasse è anche un ottimo rimedio contro la cellulite. Ovviamente maggiore è la concentrazione, più alta è la sua efficacia quali antibiotico naturale, quindi cercate di scegliere un olio essenziale bio e soprattutto il più possibile puro.

2) Estratto di foglie d’olivo

Utilizzate già dai tempi remoti quali medicinale, l’estratto delle foglie di olivo è ancora oggi uno dei più potenti antibiotici che la natura ci offre. Non solo antibatterico, antimiotico, anti-invecchiamento, antinfiammatorio, ma il liquido estratto dalle foglie fresche dell’olivo sembra avere anche capacità antiossidanti e dunque aiuta a proteggere il corpo dai radicali liberi. Alcune ricerche sulla foglia d'olivo hanno dimostrato essere questa particolarmente efficace nel trattamento di alcuni tumori al fegato, alla prostata, al colon, della pelle e della mammella. Un estratto dunque miracoloso, usato molto dalla medicina alternativa come rimedio per combattere semplici raffreddori ma anche malattie più gravi quali i tumori, o per ridurre il colesterolo e migliorare la circolazione del sangue e dunque ridurre il rischio di infarto.

3) Aglio

Il re degli antibiotici naturali, antifungini, antivirali, l'aglio dovrebbe essere aggiunto, quotidianamente, alla dieta alimentare soprattutto in questo particolare periodo dell’anno. L’aglio infatti contiene potassio e germanio, due minerali indispensabili per una buona salute, ed in particolare l’allicina che non solo conferisce all’aglio il suo odore forte ma anche la maggior parte delle sue proprietà, che ci aiutano ad aumentare le difese immunitarie e dunque che agiscono come antibiotici naturali. Quindi anche per chi preferisce evitarlo, fate un piccolo sforzo e iniziate ad aggiungere ai vostri piatti, una bella e consistente spolverata di aglio ovviamente fresco, e sempre senza esagerare.

4) Tè verde

Utilizzato nella medicina tradizionale cinese e indiana per molte delle sue proprietà  curative, il tè verde continua ad essere venerato oggi da molti medici, ma anche ad essere spesso oggetto di studi volti a scoprire tutti i suoi effettivi benefici per la salute. Una delle proprietà  principali del tè verde è quella di essere un importante antiossidante naturale, proprio grazie alle catechine in esso contenute ed in particolare la epigallocatechina gallato (EGCG) molto efficace contro alcuni ceppi di batteri ma soprattutto in grado di aumentare le difese antiossidanti e quindi a migliorare in genere il tessuto cellulare. Vari test effettuati su bevitori regolari di tè verde, hanno dimostrato che questi hanno un rischio minore di sviluppare malattie dell’apparato cardiovascolare ma anche tumore e cancro. Inoltre bere quotidianamente tè verde aiuta a perdere peso. Questo perché grazie alle sue proprietà termogeniche promuove l’ossidazione dei grassi, nonché la stimolazione del metabolismo ma senza incidere sull’apparato cardiovascolare. Dunque bere almeno una tazza di tè verde al giorno fa’ bene alla nostra salute, ma sembrerebbe meglio godersi questa preziosa bevanda naturale, almeno senza l’aggiunta di latte (quello di soia è permesso in quanto non inibisce le proprietà del tè).

5) Zenzero

Lo zenzero, pianta officinale appartenente alla famiglia delle Zinziberacee, è originario dell'Asia orientale. Da Ippocrate a Confucio, fino ai giorni nostri, è stato usato in molte culture del mondo. Recenti studi hanno individuato nello zenzero uno dei dieci alimenti, dotati dei più alti livelli di attività anti-cancro. Esso, infatti, avrebbe una funzione protettiva contro i tumori in particolare quello del colon retto. Inoltre, è in grado di guarire numerosi disturbi comuni. A partire da raffreddori e influenza grazie al suo rizoma carnoso che contiene principi attivi quali zingiberenegingerolishogaoli,resinemucillagini in grado di sciogliere il muco e liberare i bronchi. Per usufruire degli effetti benefici dello zenzero bisognerebbe assumere una quantità compresa tra i 10 e i 30 grammi al giorno. Potete prepararvi uno sciroppo facendolo bollire fresco per 30 minuti in una tazza di acqua aggiungendo zucchero o miele, oppure gettarvi a capofitto nella preparazione di una tisana disinfettante e rinvigorente come quella a base di zenzero, cannella e chiodi di garofano su una base di tè bancha.

Gloria Mastrantonio

Leggi anche Zenzero, tutte le proprietà e i trucchi per valorizzarne i benefici

Leggi anche i Rimedi naturali contro il raffreddore

Leggi anche 7 strani rimedi naturali per non ammalarsi (sesso e caffè inclusi)

 

Commenti   

 
Marzia
-1 #15 Marzia 2014-01-18 16:51
;) Bell'articolo.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Clara
+1 #14 Clara 2013-02-09 16:07
Come si utilizza l'olio essenziale di rosmarino?
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Sara
+1 #13 Sara 2013-02-05 14:29
esatto Fiorella!!! il manuka honey e' originario della nuova Zelanda, costasi, ma e di ottima qualita. si trova ovviamente on-line..
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
nicola
+1 #12 nicola 2013-02-05 11:37
com'è che mi scrivi che l'aglio è il re degli antibiotici e che l'origano è il più potente? forse non ci intendiamo tra il significato di "re" o di "più potente" eppure non mi sembra un concetto complicato

se esiste una scala gerarchica di efficacia tra questi antibiotici e intendi fornircela abbia almeno l'accortezza di non apparire poco affidabile in quello che scrivi, dire che tutti sono re o tutti sono i più potenti non ha molto senso e ti toglie molta credibilità

ovviamente sono io che esagero, che importanza ha dare un peso alle parole, nessuna ovviamente

inboccallupo
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Lisa
+6 #11 Lisa 2013-02-05 09:33
Noi usiamo da un paio di anni il MIELE DI MANUKA, unico con prove scientifiche che funziona per una cifra di cose. Il mio bimbo ha 3 anni e mezzo va all'asilo da quando ha 6 mesi e non ha mai preso un antibiotico fino ad oggi. Documentatevi sul miele di Manuka , costa tanto, è vero, ma noi non compriamo molte medicine in genere.
L
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Fiorella
+6 #10 Fiorella 2012-12-12 11:01
Iniziate a mangiare come si deve, evitando latticini e uova, limitando la carne e le proteine animali in generale, dimenticandovi del sale e utilizzando shoyu, tamari, miso, zenzero, kuzu, alghe di vario genere, umeboshi e sesamo in cucina, mangiate verdura solo di stagione... E vedrete che l'influenza non vi viene proprio.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Daniele
+1 #9 Daniele 2012-12-09 14:11
Dimenticavo che volevo aggiungere ancora una cosa. ^^

Per quanto riguarda l'azione del té verde, se non ricordo male ha un'attività ANTIVIRALE in vitro (comunque BLANDA, ed in ogni caso non ricordo esattamente SU QUALI VIRUS).

Per l'influenza non c'è cura EFFICACE, cioé che riduca i giorni di malattia e l'intensità dei sintomi.
AL LIMITE, l'unica maniera per non peggiorare la malattia è stare al caldo fin dai primi giorni in cui si ha mal di gola, e bere bevande calde più volte al giorno (indipendentemente da cosa si beva).
La spiegazione è al giorno d'oggi intuitiva: il virus, per replicarsi, deve uccidere le cellule della mucosa faringea e laringea, e ciò accade in maniera efficiente solo ad una temperatura più bassa di quella corporea; ecco perché il virus influenzale si è selezionato per infettare le vie aeree: cogli atti respiratori, la temperatura della mucosa scende ed il virus si replica bene. Bere bevande calde fa salire LOCALMENTE la temperatura, esercitando un TEORICO effetto antivirale.
Insomma, l'unica cura efficace per l'influenza, in questo caso, è quella della nonna: copertina di lana, latte caldo col miele (perché è una bevanda calda) e totale riposo. Con questi accorgimenti, e rinunciando alle sigarette, la durata dell'influenza è ridotta al massimo possibile.

Per casi particolari, come per gli anziani che hanno malattie croniche e che l'influenza metterebbe a rischio di vita, esistono i farmaci antivirali, per PREVENIRE l'infezione, ma vanno dati prima dell'inizio del periodo di massima diffusione dell'epidemia influenzale e devono coprirne tutta la durata.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Daniele
+1 #8 Daniele 2012-12-09 13:57
Citazione fabio:
ps: gli antibiotici sono prodotti da microrganismi e non da vegetali

Si definisce "antibiotico" qualsiasi sostanza in grado di determinare in vitro l'inibizione dell'alone di crescita batterico. [https://it.wikipedia.org /wiki/Antibiogramma] Credo che alcune sostanze di origine vegetale siano state testate da qualche scienziato, in qualche laboratorio, per valutarne le eventuali proprietà antibatteriche.

Comunque, vorrei commentare l'articolo dicendo che gli antibiotici nell'influenza sono PERFETTAMENTE INUTILI.
Per essere utili ai fini di affrontare l'influenza, le sostanze naturali citate nell'articolo devono essere dotate di PROPRIETÀ ANTIVIRALI, cioé si deve dimostrare che esse inibiscano la replicazione di Influenzavirus A, B e C, in maniera dimostrabile nelle colture cellulari apposite.
L'evidenza di tale attività antivirale, che io sappia, è dimostrata solo per alcune sostanze.
QUI www.ncbi.nlm.nih.gov/.../PMC3265450 un esempio di evidenza scientifica circa l'attività antivirale del tarassaco; l'esperimento riguarda solo influenzavirus A, ed un particolare ceppo.

Se si prendono antibiotici (nel vero senso della parola, cioé dodati di attività antibatterica), in linea teorica si fa un grande danno, perché il virus non è sensibile a tali sostanze. Purtroppo, è comune il comportamento di assumere antibiotici per curare l'influenza. Niente di più inutile e dannoso allo stesso tempo: l'influenza non migliora e si selezionano ceppi batterici resistenti, che in futuro potrebbero dare infezioni particolarmente difficili da eradicare.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Giulia
+1 #7 Giulia 2012-12-05 22:01
si, ma con che posologia si debbono utilizzare?
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
fabio
-1 #6 fabio 2012-05-12 01:53
ps: gli antibiotici sono prodotti da microrganismi e non da vegetali
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
fabio
-2 #5 fabio 2012-05-12 01:42
peccato che l'influenza è di origine virale e non batterica...
quindi ammesso che queste piante abbiano effetti antibiotici, non possono nulla contro raffreddore e influenza
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Giuseppe
+1 #4 Giuseppe 2012-02-26 07:30
Sono daccordo, ma in una lista simile non puo' assolutamente mancare un altro straordinario prodotto della natura: il miele super manuka di mirto australiano.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Sara
+2 #3 Sara 2012-01-11 11:53
Ciao Rosy, il primo zenzero che ho utilizzato era quello disidratato, infatti come nel tuo caso avevo difficoltà a reperire quello fresco, lo spolveravo su primi piatti e zuppe (oltre che utilizzarlo in decotti e tisane). In questi ultimi anni, sto utilizzando invece quello fresco e devo dire che lo trovo migliore. Una mia abitudine è quella di grattugiarlo fresco, poi lo metto in un colino e lo schiaccio ottenendo un succo molto concentrato e saporito che utilizzo dove mi pare (per condire verdure bollite, zuppe, pasta... su quella al sugo di pomodoro è delizioso)!
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
federica
+3 #2 federica 2012-01-11 08:29
Ciao Rosy, io facco largo uso di zenzero disidratato, per digerire meglio e anche per schiarire la voce prima di un concerto. Il sapore è forte e pizzica molto ma a me piace tantissimo.
Provalo!
Volevo chiedere una cosa, a chi potesse rispondere, queste sostanze possono essere assunte anche in caso di gravidanza?
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Rosy
0 #1 Rosy 2012-01-09 12:30
non semplici da trovare per chi come me vive in un piccolo paesino.
Mi piace un sacco lo zenzero e viste le proprietà benefiche che ha mi piacerebbe consumarne di più di quello che ora riesco a consumare per difficoltà di reperibilità.... in internet l'ho trovato sia in radice sia disidratato su www.fruttaweb.com
Disidratato com'è? qualcuno l'ha mai provato?
Comunque complimenti per l'articolo!
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Cerca

Social

Questo lo faccio io!