[Alt-Text]

riscaldamento battiscopa

Impianti di riscaldamento a battiscopa, cosa sono? Convengono? Con l'arrivo dei primi freddi si avvicina il momento di accendere i termosifoni o, per i più fortunati, di utilizzare la stufa o il camino. Altre alternative all'utilizzo dei comuni termosifoni sono i sistemi di riscaldamento a pavimento, che possono rappresentare una caratteristica più o meno gradita delle abitazioni più recenti. Un soluzione ulteriore per il riscaldamento degli edifici è rappresentata dagli impianti di riscaldamento a battiscopa. Che cosa sono e come funzionano?

Gli impianti di riscaldamento a battiscopa presentano il vantaggio di trasformare un complemento di arredamento in un sistema tecnologico che permette la diffusione del calore in punti della casa che sarebbero altrimenti irraggiungibili, così da poter riscaldare anche gli angoli più freddi di una determinata stanza.

Gli impianti di riscaldamento a battiscopa rappresentano un sistema che viene riconosciuto come ecologico dalla bioedilizia in quanto garantirebbe un comprovato risparmio energetico ed aiuterebbe nello stesso tempo a risolvere il problema dell'umidità in risalita all'interno dei locali delle abitazioni. Il battiscopa stesso viene trasformato in un oggetto tecnologico contenente tubazioni in rame e parti metalliche. Il suo valore ecologico accresce nel momento in cui si collega a pannelli solari e a un sistema di solare termico per acqua calda sanitaria.

Grazie ad essi il calore si diffonde per irraggiamento verso le pareti delle stanze. Il funzionamento dei sistemi di riscaldamento a battiscopa richiede che lungo le tubature presenti all'interno di essi scorra dell'acqua calda. Il calore proveniente dal liquido e dal battiscopa che viene riscaldato da esso si diffonde in maniera simile a quanto avviene nel caso dell'irraggiamento solare e viene propagato nell'ambiente grazie alla pareti, che contribuiscono in questo modo a riscaldare le stanza a partire dalla loro stessa base, dove lo speciale battiscopa è stato situato.

Il calore dal battiscopa si irradia alle pareti per trasmetterlo all'ambiente di cui costituiscono i confini più esterni. L'energia termica prodotta alla base dal battiscopa è piuttosto bassa, ma diffondendosi rapidamente sulll'intera superficie delle pareti, garantisce la possibilità di riscaldare efficacemente l'ambiente circostante.

I sistemi a battiscopa per il riscaldamento, per l'effetto di particolare emanazione del calore a cui danno vita attraverso le pareti, sono detti sistemi radianti. Il loro utilizzo permette di migliorare la qualità del calore percepito, in quanto esso diventa avvolgente, una caratteristica che garantisce che esso raggiunga il nostro corpo in maniera uniforme ad ogni altezza, a differenza di quanto avviene per gli impianti di riscaldamento a pavimento, con i quali il calore è percepito soprattutto nella parte inferiore del corpo.

La temperatura dell'acqua che scorre all'interno delle tubature in rame del battiscopa può raggiungere i 45-60°C, a seconda che si utilizzi una pompa di calore o una caldaia tradizionale. In ogni caso si tratta di temperature che non vengono considerate eccessivamente elevate e che possono garantire un risparmio energetico non trascurabile. Anche il risparmio di acqua utilizzata per il riscaldamento non dovrebbe essere sottovalutato, in quanto sono sufficienti 8 litri d'acqua per riscaldare un ambiente di 100 mq.

Un'altra caratteristica che non dovrebbe essere sottovalutata è data dal fatto che per l'alimentazione dei sistemi a battiscopa è possibile ricorrere a soluzioni differenti, che permettono di ottenere un risparmio energetico comprovato. Tali soluzioni possono essere rappresentate non soltanto dalla legna, dal metano, dai termocamini, dai sistemi legati alla geotermia e dalle pompe di calore, ma anche, come accennato, dal solare termico.

I sistemi di riscaldamento a battiscopa non sono ingombranti e la loro installazione è piuttosto semplice. Si può scegliere di utilizzare nella propria abitazione soltanto sistemi di riscaldamento a battiscopa, oppure di abbinarli ai termosifoni. Non sempre però l'abbinamento è possibile ed esso può essere valutato caso per caso. Ciò che rende particolare il funzionamento degli impianti a battiscopa è il fatto che essi non riscaldano direttamente l'aria, ma le pareti, dalle quali il calore si diffonderà immediatamente.

Tra i vantaggi dei sistemi di riscaldamento a battiscopa vi è la completa soluzione del problema dell'umidità delle pareti. Tali sistemi infatti contribuiscono ad asciugare completamente le pareti dall'umidità in eccesso, ma allo stesso tempo di mantenere un tasso corretto della stessa all'interno degli ambienti. Durante il ciclo produttivo di molti sistemi a battiscopa, si cerca di tenere in considerazione il rispetto per l'ambiente, un fattore che li rende particolarmente cari alla bioedilizia. Essi sono adatti per il riscaldamento invernale di ogni tipo di abitazione e possono essere impiegati per il restauro di edifici storici o di culto.

Alcuni sistemi a battiscopa possono essere incassati all'interno delle pareti sia per ragioni estetiche che di spazio. Il fattore spazio viene considerato preponderante per una simile scelta, in quanto i sistemi a battiscopa sono adatti ad essere inseriti anche in quegli ambienti ove non vi sia spazio sufficiente per inserire un caminetto o dei termosifoni. Molti sistemi a battiscopa sono autonomi per quanto riguarda la temperatura di ciascuna stanza, che può essere dunque regolata secondo le proprie esigenze.

I sistemi a battiscopa permettono che non vi siano spostamenti di aria e di polvere e che il calore emesso possa rimanere uniforme per tutto il tempo stabilito per il loro azionamento.

Tra gli svantaggi, quello di non poter posizionare mobili ingombranti davanti.

I costi dei sistemi a battiscopa variano soprattutto in base alla modalità che verrà prescelta per fornire ad essi l'energia necessaria al loro funzionamento. Si tratta in ogni caso di sistemi a lunga durata che prevedono ridotti costi e interventi di riparazione e manutenzione. Per avere un'idea dei costi, è possibile consultare a questo indirizzo un esempio di listino prezzi per impianti di riscaldamento a battiscopa radiante.

Per tutto il 2013 godono delle detrazioni fiscali del 65% destinate ai lavori di riqualificazione energetica.

LEGGI anche: 

Detrazioni 65 e 50 ecco come cambia il bonus per la ristrutturazione 

Detrazioni fiscali 50 e 65%: via libera all'Eco-bonus per caldaie, pome di calore ed elettrodomestici

Detrazioni fiscali 65%: l'ecobus prorogato per sempre? 

Marta Albè

Leggi anche:

- Riscaldarsi con il sole: istallare lo scalda acqua sanitario

- Le stufe a pellet

Commenti   

 
martina
0 #3 martina 2014-05-21 12:31
Buongiorno
vorrei portare la mia testimonianza: avevo problemi di muffa e umidità, e non sapevo cosa fare... ero un pò diffidente all'inizio perchè non capivo come potesse un battiscopa risolvere il problema. Ho comprato il materiale, l'ho fatto installare dal mio idraulico in modo veloce, e ho risolto definitivamente il problema! lo consiglio vivamente! la muffa è sparita e il caldo è eccezionale
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
termoclima
0 #2 termoclima 2013-09-25 13:04
E' prevista qualche fiera/mostra che ne illustri le caratteristiche e la modalità d'impego in Lombardia?
Grazie.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
daniele salurso
0 #1 daniele salurso 2013-03-29 16:40
sarei interessato a conoscere i rivenditori della provincia di salerno dei radiatori a battiscopa ad acqua
tel.: 3288324055
cordiali saluti daniele salurso
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Cerca

Social