Le uscite didattiche si possono fare! Lo spiega il ministero dell’Istruzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sì alle uscite scolastiche e alle visite presso teatri, biblioteche, musei. A dirlo è il Ministero dell’istruzione che inviato una nota di chiarimento alle scuole di tutta Italia poco dopo l’uscita del nuovo DPCM che aveva vietato i viaggi d’istruzione.

Da una parte il nuovo decreto, valido fino al 13 novembre, ha sospeso

” i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, fatte salve le attività inerenti i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio”.

Ciò aveva creato confusione, motivo per cui il Ministero dell’istruzione ha voluto fare una precisazione, spiegando che restano regolarmente consentite

“le attività didattiche che si svolgono ordinariamente e non saltuariamente in ambienti diversi da quelli scolastici (ad esempio parchi, teatri, biblioteche, archivi, cinema, musei), anche a seguito di specifici accordi quali i “Patti di comunità”, realizzati in collaborazione con gli Enti locali, le istituzioni pubbliche e private variamente operanti sui territori, le realtà del Terzo Settore”.

Secondo la nota Ministeriale, il decreto non si riferisce infatti alle attività didattiche ordinarie organizzate dalla scuola in spazi diversi, situati all’esterno degli edifici scolastici.

Lezioni al museo e all’aperto dunque consentite, ma anche accessi alla biblioteca e a teatro.

Per leggere la Nota prot. 1870 del 14 ottobre 2020, clicca qui

Per consultare il dPCM ottobre clicca qui

Fonti di riferimento: Ministero dell’istruzione

LEGGI anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook