Zanzare: come creare una trappola da una bottiglia di plastica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Caldo in arrivo, e non da solo. Compagne inseparabili della stagione estive sono le zanzare. Come evitare che questi ‘simpatici’ insetti possano avvicinarsi a noi? È possibile creare in casa un anti-zanzare naturale, riciclando delle vecchie bottiglie di plastica.

Nessuna sostanza chimica artificiale, niente ‘spiralette’ né diffusori di ‘profumi’ da attaccare alla presa di corrente. Ecco cosa occorre:

  • 1 grammo di lievito di birra

  • 4 cucchiai di zucchero

  • 200 ml di acqua

  • Una bottiglia di plastica da 2 litri

  • Cartone o cartoncino nero

  • Scotch

  • Un contenitore per riscaldare l’acqua.

Leggi anche: Anti-zanzare naturale e fai-da-te

Per prima cosa, occorre tagliare la bottiglia di plastica e farlo un centimetro prima che inizi a diminuire la sua circonferenza. Dovrebbe essere tagliata in modo uniforme ed orizzontalmente.

1

Nel frattempo, si riscalda l’acqua e vi si versa lo zucchero, mescolando fino a quando non si sarà sciolto. La soluzione va lasciata raffreddare. È preferibile far bollire l’acqua circa 10 minuti per eliminare eventuali tracce di cloro. Successivamente l’acqua zuccherata va versata nella parte inferiore della bottiglia.

Leggi anche: Zanzare: 8 cose da sapere

2

A questo punto, all’acqua sarà fredda si aggiunge il lievito senza mescolarlo in modo che la reazione chimica duri di più. Ciò produce diossido di carbonio (CO2) in piccole quantità, la principale ‘attrattiva’ per le zanzare. Mettere la parte superiore della bottiglia capovolta come un imbuto e inserirla dentro l’altra metà. Sigillare con nastro adesivo attorno ai bordi, in modo che la CO2 si concentri solo al centro del contenitore.

3

Rivestire l’intera bottiglia di cartoncino nero. Attenzione, la parte superiore non va coperta. La trappola deve essere posta in un angolo buio e preferibilmente umido. Per gli esterni, basta metterla in un angolo o appesa al soffitto, perforando il contenitore.

4

Dopo due settimane, basta staccare il cartoncino per vedere il risultato. Allora, l’”imbuto” andrà smontato per eliminare le zanzare intrappolate all’interno. Basta poi riempire la bottiglia con gli ingredienti già utilizzati per creare una nuova trappola.

Francesca Mancuso

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook