Il lato positivo del vivere secondo il principio della sostenibilità ambientale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La preoccupazione per il cambiamento climatico è in continuo aumento negli ultimi decenni, ed è in questo panorama che il tema della sostenibilità è diventato una parola chiave in diversi settori e industrie.

Tradizioni da superare

Con così tante informazioni sull’argomento disponibili e a portata di mano, a volte può essere difficile decifrare cosa comporti realmente il ​​termine.

In generale, la sostenibilità o lo sviluppo sostenibile si divide in 3 dimensioni, e l’industria del turismo delle Maldive si impegna a fare la propria parte in tutti e 3 i settori: ambiente, società ed economia.

Le Maldive hanno intrapreso il loro primo viaggio nel turismo 50 anni fa. Da allora, le pittoresche isole, le intricate barriere coralline e i mari dalle infinite sfumature blu hanno reso questo territorio una destinazione turistica pluripremiata come nessun’altra.

Tanto che, oggi l’industria del turismo è divenuta il principale contributo al PIL nazionale. In quanto tale, le dimensioni economiche e ambientali della sostenibilità sono indissolubilmente intrecciate con la sussistenza della società.

Di conversazioni e conservazione

maldive (2)

Alle Maldive, lussuosi resort one-island-one-resort, boutique hotel, eleganti pensioni e crociere hanno tutti abbracciato il turismo sostenibile; che si tratti di programmi di conservazione dei coralli, prevenzione dell’erosione o semplicemente sensibilizzando i visitatori.

Molte proprietà come Six Senses Laamu e Coco Bodu Hithi, sono coinvolte con ONG riconosciute a livello mondiale come Manta Trust, Blue Marine Foundation e Olive Ridley Project, al fine di preservare le risorse marine.

Coco Bodu Hithi ospita il primo e unico centro di salvataggio delle tartarughe, guidato da un veterinario. La loro missione è rimuovere le reti da pesca scartate, note come reti fantasma, dall’oceano; salvare e riabilitare le tartarughe marine ferite da queste reti; riutilizzare e ridurre i detriti marini; ed educare il mondo sui pericoli delle reti fantasma e sulla situazione pericolosa in cui vivono le tartarughe marine.

Questa struttura ha anche costruito, nel 1998 quando il resort è stato aperto per la prima volta, un impianto interno di imbottigliamento dell’acqua in vetro per evitare l’uso di bottiglie d’acqua di plastica monouso.

Tutti per uno uno per tutti

Per favorire l’empowerment della comunità, proprietà come Joali Being hanno programmi di sensibilizzazione che mirano a contrastare la pesca eccessiva e promuovere lo sviluppo sostenibile, attraverso programmi di istruzione, impegno e donazioni.

Ad Amilla Fushi, non solo danno la priorità all’approvvigionamento dai fornitori locali, ma mirano a crescere il più possibile nella proprietà stessa e vantano piantagioni di banane, orti di patate dolci e giardini idroponici su larga scala. Questo aiuta a ridurre l’impronta di carbonio, e sostiene le economie delle comunità locali.

Leader globale nella difesa degli effetti negativi della crisi climatica, le Maldive sono state esplicite nell’attivismo contro la crisi climatica nell’arena internazionale. Il governo maldiviano si è impegnato a proteggere almeno una barriera corallina, una mangrovia e un’isola disabitata da ciascun atollo, per preservare l’ambiente e lo stile di vita maldiviano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per suggerimenti, storie o comunicati puoi contattare la redazione all'indirizzo redazione@greenme.it

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook