Transiberiana d’Italia: il suggestivo treno d’epoca che viaggia tra Abruzzo e Molise

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La chiamano Transiberiana d'Italia e attraversa sulle rotaie i suggestivi paesaggi di Molise e Abruzzo.

Libera Terra

La Ferrovia dei Parchi, inaugurata nel 1897 come Sulmona-Isernia per consentire il collegamento dagli Abruzzi verso il versante tirrenico e Napoli, in tempi recenti si è fatta conoscere con l’appellativo “Transiberiana d’Italia”: si tratta di una espressione impegnativa, per molti forzata, ma sicuramente dalla grande carica evocativa,

Leggiamo sul sito poi che deve questo nome al giornalista e scrittore Luciano Zeppegno che durante un viaggio su un treno di linea assistette ad un’improvvisa nevicata (nel 1980), che trasformò il paesaggio in una steppa siberiana ghiacciata, quest’atmosfera lo colpì tanto da dedicargli un articolo sulla rivista per la quale scriveva “Gente Viaggi”.

La linea, che quest’anno compie 125 anni, è stata distrutta nella seconda guerra mondiale, ma è stata poi ripristinata negli anni Sessanta per la gioia dei turisti e non solo.

Dal 2014 il treno storico viaggia solo per scopi turistici e per far conoscere dal finestrino di carrozze d’epoca, il meraviglioso spettacolo offerto da queste due regioni italiane in ogni stagione.

Ogni evento registra il tutto esaurito per cui conviene sempre prenotare con largo anticipo.

Da dove parte e cosa ammirare

La partenza è sempre e solo dalla stazione ferroviaria di Sulmona, generalmente dal binario 1, la prima tappa è a Campo di Giove, il viaggio poi prosegue superando gli Altipiani Maggiori d’Abruzzo, toccando le altre due stazioni a oltre i 1200 metri di quota della linea: Rivisondoli-Pescocostanzo e Roccaraso. Si scende poi verso l’alta valle del fiume Sangro raggiungendo le stazioni di Alfedena-Scontrone e Castel di Sangro.

Un itinerario che non prevede delusioni, dove la maestosità dei paesaggi attraversati e che mutano con le stagioni vedono protagonista l’Appennino abruzzese e molisano. Si attraversa il Parco Nazionale della Majella, boschi, riserve naturali e piccoli borghi antichi, ma non mancano le tappe per mangiare qualcosa di buono e di tipico.

Come prenotare

La prenotazione è esclusivamente online sul sito, che mette a disposizione una piattaforma nella quale si può scegliere la data e il numero di posti.

È possibile consultare il calendario delle partenze qui.

Ricordate, si parte alle 8.40 del mattino da Sulmona e si fa ritorno alle 19.00 di sera, la Transiberiana d’Italia non è solo uno spostamento in treno ma un tuffo nell’atmosfera dei paesaggi abruzzesi e molisani.

Fonte: latransiberianaditalia.com

Leggi anche:

Sebino express: da Milano al lago d’Iseo con i treni d’epoca, il turismo si fa slow

Treno del foliage: un meraviglioso viaggio tra i colori dell’autunno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Editoria e Giornalismo, scrive per greenMe dal 2016, sempre pronta a nuove sfide, curiosa e del mondo green.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook