Questo è uno dei borghi più belli d’Italia, si trova in Abruzzo ed è una galleria d’arte a cielo aperto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Qui ad Aielli, nel cuore dell’Appenino abruzzese, i murales restituiscono esistenza al piccolo paese e danno vita a Borgo Universo

Alla scoperta di Borgo Universo, il museo a cielo aperto di Aielli, in Abruzzo, dove ci si imbatte in oltre 20 coloratissimi murales realizzati da artisti di tutto il mondo 

Un intero romanzo su un muro, Fontamara di Ignazio Silone, tutto trascritto a mano sotto la Torre delle stelle di fronte a una scenica meridiana e, poco più in basso, la Costituzione italiana lungo una parete. E poi i colori di Okuda San Miguel e di Ericailcane, di Gio Pistone e di Sam3 e di molti altri street artist. Qui ad Aielli, nel cuore dell’Appenino abruzzese, i murales restituiscono esistenza al piccolo paese, ne descrivono passioni e danno vita a Borgo Universo, un autentico Museo a cielo aperto.

A un’altitudine di 1030 m, alle pendici del Monte Sirente (uno dei due principali monti della Marsica insieme al Velino che danno il nome al Parco Regionale Naturale Sirente-Velino), il destino di Aielli è in realtà legato all’astronomia sin dall’800, quando nacque l’astronomo Filippo Angelitti al quale è intitolata la piazza centrale e in cui è presente un monumento a lui dedicato, che riproduce in scala ridotta il sistema solare. Simbolo del paese è la Torre medievale in cui è incastonato un osservatorio astronomico, la Torre delle Stelle.

Ogni anno dal 2017, grazie proprio al Festival di street art Borgo Universo,  che si svolge tra luglio ed agosto, Aielli accoglie famosi street artist e turisti da tutto il mondo.

Il nome del festival Borgo Universo è proprio un omaggio ad Angelitti che aveva così definito Aielli, forse anche perché con un’altitudine di 1.030 mt Aielli è uno dei centri più elevati della Marsica. Non è un caso che i murales raccontini il legame di questo posto meraviglioso con il cielo e le stelle. E non solo: tema di fondo sono anche il lavoro agricolo e il rovinoso terremoto del 1915, che devastò la regione della Marsica e le cui conseguenze sono ancora molto visibili in molte zone della Regione.

Il modo migliore per scoprire tutti i murales è prenotare una visita guidata, che permette osservare, conoscere e comprendere da vicino l’arte diffusa tra le strade del borgo. Inoltre è possibile visitare la Torre delle stelle di Aielli, partecipare alle osservazioni astronomiche e tante attività extra.

QUI tutte le informazioni.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Borgo Universo

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook