TikTok blocca l’accesso agli utenti minori di 13 anni in Italia, è ufficiale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il social TikTok ha annunciato che adotterà delle misure per bloccare l’accesso agli utenti italiani minori di 13 anni, ma l'Autorità Garante verificherà sull’effettiva efficacia delle misure annunciate dalla piattaforma.

Adesso, finalmente, è ufficiale. Il social TikTok ha annunciato che adotterà delle misure per bloccare l’accesso agli utenti italiani minori di 13 anni, utilizzando sistemi di intelligenza artificiale per la verifica dell’età. Inoltre, lancerà una campagna informativa per sensibilizzare genitori e figli.

Il popolare social cinese lo ha comunicato al Garante della protezione dei dati personali, a seguito del provvedimento di blocco imposto nei giorni scorsi dopo la tragedia avvenuta a Palermo, dove una bimba di 10 anni è morta strangolata a causa di una challenge estrema su TikTok. In ogni caso, l’Autorità Garante si è riservata di verificare l’attuazione delle misure annunciate dalla piattaforma.

Come funziona il blocco ai minori di 13 anni

A partire dal prossimo 9 febbraio, TikTok bloccherà tutti gli utenti italiani e chiederà di indicare nuovamente la data di nascita prima di continuare ad utilizzare l’app. Nel caso in cui venisse identificato un utente con meno di 13 anni, l’account verrebbe rimosso.

Tuttavia, questa strategia potrebbe non essere totalmente efficace. Quindi, per identificare con maggiore certezza gli utenti sotto i 13 anni, successivamente a questa prima verifica, la società si è impegnata a valutare ulteriormente l’uso di sistemi di intelligenza artificiale.

“Poiché l’individuazione di tali soluzioni richiede un bilanciamento tra la necessità di accurate verifiche e il diritto alla protezione dei dati dei minori, la società si è impegnata ad avviare con l’Autorità privacy dell’Irlanda – Paese nel quale la piattaforma ha fissato il proprio stabilimento principale – una discussione sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale a fini di “age verification” spiega il Garante per la protezione dei dati personali.

Inoltre, TikTok ha deciso di raddoppiare il numero dei moderatori di lingua italiana dei contenuti presenti sulla piattaforma.

La campagna informativa di TikTok

Dal 4 febbraio TikTok anche lancerà una campagna informativa sia sulla app che su altri canali. Sull’app la società invierà notifiche push agli utenti prima di bloccarli, e li informerà sul requisito dell’inserimento dell’età. Verranno pubblicati anche dei banner per fornire ulteriori informazioni sugli strumenti di sicurezza e su come cambiare le impostazioni del profilo da “pubblico” a “privato”.

Infine, per tutelare i minori, TikTok migliorerà il riassunto della propria Informativa Privacy sull’app per chi ha meno di 18 anni, in modo tale da spiegare in maniera chiara i tipi di dati che raccoglie e come essi vengono trattati.

Ci auguriamo che le misure adottate dal social siano davvero efficaci e che non si ripetano mai più tragedie legate a pericolose sfide.

Fonte: Garante per la protezione dei dati personali

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook