Oggi è la Giornata mondiale delle Emoji: ecco le nuove faccine, dal viso che si scioglie all’uomo incinto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nato nel 2014, il World Emoji Day si celebra ogni anno il 17 luglio, grazie all'iniziativa di Jeremy Burge, fondatore di Emojipedia

La ricetta del porridge senza cottura

Oggi 17 luglio è la Giornata mondiale delle emoji. Le usiamo ogni giorno, decine di volte, per rendere più vivo il contenuto dei messaggi che inviamo. Sono diventate così capillari da avere a disposizione una giornata dedicata.

Nato nel 2014, il World Emoji Day si celebra ogni anno il 17 luglio, grazie all’iniziativa di Jeremy Burge, uno storico delle emoticon e fondatore di Emojipedia, il sito che raccoglie e cataloga tutte le emoji a livello globale.

Cosa vuol dire emoji

Il termine deriva dal giapponese e vuol dire pittogramma. Fa dunque riferimento a un disegno immediatamente riconoscibile. La prima faccina è stata creata a fine anni Novanta da Shigetaka Kurita che lavorava per un’azienda di telecomunicazioni. Da allora, il loro numero è cresciuto a dismisura. Secondo i calcoli di Statista nel 2022 il numero delle emoticon presenti raggiungerà quasi quota 3.500.

Le nuove emojii, dall’uomo incinto alle mani che si lavano

Per essere sempre “sul pezzo”, ogni anno nascono nuove emoji, poi approvate dal consorzio Unicode, che si occupa della loro standardizzazione. Anche per il biennio 2021-2022 ne sono state realizzate altre, molte delle quali legate alla pandemia. Ma c’è anche la mano che mima il gesto ‘ma che vuoi?’ e l’immagine di un uomo in gravidanza. Esse però dovranno essere approvate dal consorzio a settembre 2021.

Aspettatevi di saperne di più nel corso dell’anno quando la versione finale di Unicode 14.0 ed Emoji 14.0 sarà rilasciata il 14 settembre, si legge sul sito dedicato.

emoticon2021

@emojipedia

nuove emoji 2021

@emojipedia

Quali sono le emoji più usate al mondo

A livello globale, le emoji preferite dalle persone sono la risata ad alta voce, il pollice alzato, il cuore, il bacio e la faccina con la lacrima. A esprimere le preferenze 7.000 persone in Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Francia, Giappone, Australia e Corea del Sud intervistati dall’azienda tecnologica Adobe. In Italia, invece, secondo un’indagine di Samsung, le emoticon più amate dagli italiani sono il bacio con il 41,4% di preferenze, seguito dalla risata con le lacrime (40,9%) e dal pollice alzato (29,7%). E le maggiori utilizzatrici di emoji risultano le donne di età compresa tra i 35 e i 44 anni, che vivono nel nord-est e nel sud.

…e le più fraintese

Sempre secondo il rapporto di Adobe, le tre emoji più fraintese al mondo sono il simbolo delle melanzane, 🍆, quello della pesca 🍑 e il clown 🤡.

Fonti di riferimento: Adobe, Emojipedia, CNN, Worldemojiday

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook