Abbiamo provato WeWard, l’app che ti paga per camminare: funziona davvero?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In Italia spopola WeWard, che ti fa guadagnare camminando. L'app funziona ma non bisogna però aspettarsi grandi riconoscimenti

Negli ultimi tempi si parla sempre più spesso di WeWard, un’app gratuita per iPhone e Android che ti paga per camminare. Ma come funziona e permette davvero di guadagnare qualcosa? L’abbiamo provata per voi.

Camminare fa bene e ogni giorno dovremmo cercare di fare qualche passo in più, fissando obiettivi ambiziosi per la nostra salute. Non per forza bisogna arrivare a 10mila passi, anche se questo è ancora indicato generalmente come il traguardo migliore da raggiungere. Leggi anche: Camminare: no, non è vero che bisogna fare almeno 10mila passi al giorno 

Se non camminiamo abbastanza, ci serve di essere un po’ spronati e magari vogliamo anche aggiungere ai benefici per la salute la possibilità di guadagnare qualcosa, ecco che WeWard potrebbe fare al caso nostro.

Lo scopo di questa app è di combattere gli stili di vita sedentari, incoraggiando le persone a camminare, fornendo in cambio dei piccoli riconoscimenti monetari.

Già famosa in Francia, Spagna e Belgio, l’app è arrivata in realtà già da un po’ anche in Italia ma solo ultimamente è diventata popolare per il fatto che chi la utilizza ha la possibilità di guadagnare camminando. Come?

Come funziona

Innanzitutto bisogna scaricare l’app da Google Play o Apple Store e poi registrare il proprio profilo. A quel punto il nostro smartphone diventerà un contapassi utile a monitorare le camminate giornaliere e permetterà di guadagnare Ward.

Il sistema si compone di diversi livelli e sfide sportive per incentivare gli utenti a muoversi. E sembra che davvero, grazie all’utilizzo di questa app, si può arrivare a camminare fino al 24% in più.

Ma in tanti si chiedono: quanto si guadagna?

Di seguito alcuni esempi di ciò che si ottiene camminando, premi differenziati a seconda dei passi percorsi:

  • 1500 passi – 1 Ward
  • 3000 passi – 3 Ward
  • 20mila passi – 25 Ward

In pratica, se percorriamo tra i 10mila e 20mila passi al giorno, possiamo arrivare a guadagnare un massimo di circa 4 euro al mese (poco più di 40 euro l’anno). Ogni sera, però, è importante convalidare i passi percorsi durante la giornata per vederli riconosciuti cliccando sul pulsante arancione “convalida i miei passi”.

Screenshot weward passi

@WeWard

La somma di ciò che viene guadagnato giorno dopo giorno si può poi ricevere sotto forma di sconti e carte regalo, oppure sul proprio conto. Un’altra alternativa è quella di fare donazioni ad enti benefici.

Oltre a questo, l’app ha anche altre funzionalità, ad esempio permette di conoscere le calorie bruciate, un aiuto per chi vuole perdere peso.

WeWard funziona davvero?

Il guadagno che permette di ottenere quest’app è, come c’era da aspettarsi, decisamente contenuto. Dei guadagni extra sono previsti per le persone che invitano amici ad iscriversi all’app così come anche partecipando a sondaggi, giocando a videogiochi, guardando video o cliccando sulle inserzioni pubblicitarie.

bonus weward app

@WeWard

La risposta alla domanda iniziale è dunque: sì funziona e ti paga davvero, ma non bisogna certo aspettarsi grandi riconoscimenti e l’impegno è superiore agli introiti. Considerando però che camminare ci fa molto bene, ben venga anche un piccolo guadagno extra, che possiamo ottenere mentre facciamo le nostre consuete passeggiate.

E gli svantaggi?

A fronte di un piccolissimo guadagno, l’app ha a disposizione tutti i nostri dati (come avviene però sempre in questi casi) e “offre un misero compenso per tutto quello che gli si deve dare in cambio“, come lamentano alcuni utenti. Si intende ovviamente anche l’esposizione a pubblicità varie su cui ovviamente WeWard fa il suo guadagno.

Altro svantaggio è che lavora in background e quindi usa parecchia batteria.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: WeWard

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook