Ecco come cambiano le regole del roaming dati nell’Unione Europea a partire dal 2023

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nuove regole per l'utilizzo delle tariffe di telefonia mobile quando si viaggia nei Paesi dell'UE: da quest'anno pagheremo sempre meno per usare internet fuori dai confini nazionali

Nuove regole per l’utilizzo del roaming all’interno dei Paesi dell’Unione Europea: a partire dallo scorso 1° gennaio, infatti, i costi per navigare su Internet all’estero mantenendo la propria scheda SIM e il proprio contratto con l’operatore telefonico sono cambiati.

Dal 2007 è possibile mantenere il proprio gestore telefonico all’interno dei Paesi membri dell’UE, ma anche nei Paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Lichtenstein e Norvegia), se ci si sposta per brevi viaggi o trasferte, senza dover per forza stipulare un nuovo tipo di contratto, grazie alle norme contenute nel pacchetto Roaming Like Home.

Finora era possibile continuare a utilizzare la promozione attivata nel proprio Paese di origine, ma con delle limitazioni per quello che riguardava l’utilizzo dei dati mobili per connettersi a Internet: infatti, anche chi disponeva di una tariffa con Giga illimitati, nel Paese estero aveva un limite di consumo, oltre il quale entrava in vigore un sovrapprezzo.

Questo sovrapprezzo veniva calcolato moltiplicando il prezzo dell’offerta nel Paese d’origine diviso per il massimale per i prezzi all’ingrosso, pari a 4,50 euro. Ciò voleva dire che, su un’offerta con un costo di 10 euro al mese che prevedeva 5 Giga di dati mobili, in modalità roaming il costo era di 4,40 euro per 5 Giga di dati mobili.

A partire da quest’anno, il massimale per i prezzi all’ingrosso si abbassa, passando da 4,50 euro a 1,80. Ciò rappresenta un vantaggio per noi consumatori, poiché vuol dire disporre dello stesso traffico dati, spendendo di meno.

Il massimale è destinato ad abbassarsi ulteriormente nei prossimi anni, scendendo a 1,55 euro nel 2024, a 1,30 nel 2025, a 1,10 euro nel 2026 e a 1 euro nel 2027.

Per quanto riguarda invece il consumo di Giga che non sono coperti dalla nostra offerta, anche in questo caso si assiste a un abbassamento del prezzo a partire da quest’anno, con il passaggio da da 0,00244 euro a 0,00219 euro per singolo Megabyte.

Il nostro consiglio, tuttavia, è sempre quello di controllare sul contratto con il proprio gestore di riferimento o di chiedere a un operatore prima di partire per l’estero.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Unione Europea

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook