Luna piena del lupo, lo spettacolo del primo plenilunio dell’anno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Domani 28 gennaio in cielo splenderà la luna piena del lupo. Si tratta del secondo plenilunio dell'inverno e così era chiamato dai nativi

Domani 28 gennaio in cielo splenderà la luna piena del lupo. Si tratta del secondo plenilunio dell’inverno e così era chiamato dai nativi. Nota anche come luna della neve o luna della fame, ecco cosa rappresenta fin dall’antichità

I nativi erano soliti chiamare Luna del lupo il secondo plenilunio della stagione invernale. Una tradizione tramandata fino ad ora. Domani alle 20.16 ora italiana la luna del lupo illuminerà il nostro cielo. Essa è astronomicamente piena quando l’allungamento tra il sole e la luna è pari a 180 gradi.

Si tratta di un fenomeno molto suggestivo, anche se lo ammiriamo ogni mese circa. Da sempre la tradizione popolare associa alla luna piena vari poteri, dal risveglio dei lupi mannari all’aumento del tasso di nascite, ipotesi questa mai confermata.

In particolare i nativi americani erano affascinati dalla luna piena e tenevano traccia del passare delle stagioni attribuendo nomi diversi a ciascuna Luna piena del mese. Si è scoperto poi che i nomi avevano lo stesso significato per tutte le tribù, con qualche piccola differenza. Gli appellativi vennero importati anche dai coloni europei

Una delle fonti migliori per trovare i nomi della Luna piena è il “Farmers’ Almanac”, una pubblicazione annuale, che non ha avuto interruzioni sin dal 1818. Secondo tale testo, a gennaio celebriamo la Luna del Lupo (Wolf Moon). Il nome è facilmente intuibile. Si immagina infatti che nel freddo e nella neve invernali, i branchi di lupi ululassero affamati. Vista la presenza della neve, talvolta essa veniva definita anche “Snow Moon”.

Quando ammirare la luna piena del lupo

Domani, esattamente alle 20.16, il nostro satellite naturale raggiungerà la fase di plenilunio. Anche se quello sarà il momento esatto, la luna sarà visibile già a partire dalle 17.15 guardando verso est . Potremo ammirarla per tutta la notte, prima di vederla tramontare a ovest poco prima dell’alba.

Un barlume di luce in queste fredde notti invernali.

Fonti di riferimento: Uai/Arar, EarthSky

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook