Eclissi di sole: non guardarla a occhio nudo (e quali sono gli effetti collaterali dei filtri fai da te)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Curiosi di ammirare l'eclissi solare (parziale) che inizierà a breve? Non fate l'errore di guardarla ad occhi nudo o di ricorrere a strumenti fai-da-te per evitare seri danni alle vista. Vi spieghiamo cosa utilizzare

Manca pochissimo a uno degli eventi astronomici più attesi dell’anno: l’eclissi di sole! Oggi la nostra stella sarà infatti parzialmente oscurata, e il fenomeno sarà visibile in vari Paesi dell’emisgero boreale, compresa l’Italia (naturalmente meteo permettendo). L’eclissi inizierà intorno poco dopo alle 11.00 (ora italiana).

Inizialmente il disco solare inizierà a essere parzialmente oscurato alla vista degli abitangti delle Regioni settentrionali, poi a quelli delle aree centrali e infine meridionali. Ecco gli orari nel dettaglio:

  • a Belluno l’eclissi inizierà alle 11.17 e terminerà alle 13.18 (con il 29% del diametro solare coperto)
  • a Roma il fenomeno inizierà alle 11.26 e terminerà alle 13.21 (con una percentuale di diametro solare coperto del 27%)
  • a Palermo il fenomeno inizierà alle 11.35 e terminerà alle 13.18 (con il 22% coperto)

Come ammirare lo show (senza danni alla vista)

Sarà indubbiamente uno spettacolo unico, da non perdere. Ma attenzione a non guardare l’eclissi a occhio nudo o usando dei filtri fai-da-te per evitare seri problemi alle vista. L’esposizione della retina a luce intensi può causare danni ai coni e bastoncelli degli occhi. Qualcuno si sta munendo di occhiali da sole, CD, vecchie fotografie o floppy disk, ma questi strumenti sono sconsigliatissimi.

Come ammirare quindi il fenomeno astronomico? Per farlo in tutta sicurezza bisogna ricorrere ad occhiali da saldatore (oltre la classe 14) o filtri solari certificati, acquistati in negozi specializzati. Da evitare assolutamente anche binocoli o telescopi privi di appositi filtri.

Se a casa non avete nessuno di questi strumenti, potete sempre seguire la diretta streaming di Inaf sui canali YouTube e Facebook a partire dalle 11 di mattina.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook