Occhi secchi: a rischio chi sta troppo al pc. Alcuni rimedi naturali possono aiutare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Stare lunghe ore di fronte al computer comporta secchezza oculare e relativi fastidi che possono arrivare anche all'annebbiamento della vista. Alcuni rimedi naturali possono aiutare...

Ecco il carrello smart per la spesa

Tante persone per motivi di lavoro o per svago trascorrono molte ore al computer, a volte davvero troppe e così anche il fisico inizia a risentirne: mal di testa, indolenzimento alle gambe e alle spalle e bruciore agli occhi. Uno studio condotto a Tokio, chiarisce meglio perché di fronte al pc gli occhi tendono a seccarsi.

La ricerca dell’Università Keio, pubblicata su Jama Ophthalmology, ha voluto analizzare la situazione di 100 persone che lavorano tutto il giorno al pc notando che esse tendono ad aprire gli occhi di più ma a sbattere meno frequentemente le palpebre. Questo comporta una riduzione delle lacrime e dunque una maggiore secchezza oculare che può arrivare anche ad offuscare la vista. Tra l’altro si è visto come in queste persone manchi una specifica proteina che forma il film lacrimale utile a nutrire e proteggere l’occhio.

Del campione analizzato circa il 7% degli uomini e il 14% delle donne aveva la vera e propria patologia dell’occhio secco. In un’altra parte del campione si evidenziavano comunque occhi rossi, infiammati, vista offuscata e altri sintomi tipici di chi trascorre troppe ore al pc.

Se proprio non possiamo evitare di stare sempre incollati al computer, possiamo però servirci di qualche rimedio naturale utile a prevenire o migliorare il problema degli occhi secchi.

1) Impacchi di acqua calda (non bollente) e camomilla. Utilizzate una garza o un tessuto di cotone per effettuare questi impacchi anche più volte al giorno, ogni volta che ne sentite l’esigenza.

2) Colliri a base di camomilla e/o eufrasia, malva. Si trovano comunemente in farmacia e possono essere utilizzati un paio di volte al giorno per idratare l’occhio. L’ideale sono quelli venduti in confezioni monouso.

3) Omega 3. Sembra che gli Omega 3 siano ottimi per ridurre la secchezza oculare. Via libera dunque ad alimenti che li contengono non solo pesce ma anche semi e olio di lino, frutta secca, ecc.

4) Fare pause. È importante anche se dovete stare molte ore al computer che ogni 30 minuti circa facciate riposare un attimo gli occhi guardando fuori dalla finestra o un punto lontano da voi.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

– Congiuntivite: 10 rimedi naturali

– Ginocchio da scrivania: la sindrome di chi siede troppo davanti al pc

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook