Giornata Mondiale del Cuore: i consigli per prevenire le malattie cardiovascolari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 29 settembre, come ogni anno, si celebra la Giornata Mondiale del Cuore nata per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione delle malattie cardiovascolari

Il cuore, un organo fondamentale per la nostra salute troppo spesso dimenticato e trascurato. A sensibilizzare sull’importanza di prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari ci pensa anche quest’anno la Giornata Mondiale del Cuore, giunta alla sua dodicesima edizione.

Lo slogan scelto per il 2014 è “Live, work, play, join” ovvero “Vivi, lavora, gioca, partecipa”, la giornata ha quindi l’obiettivo di incentivare gli stili di vita corretti e sani un po’ in tutti gli ambienti della nostra quotidianità in modo tale che le persone siano più predisposte a prendersi cura della propria salute cardiovascolare in qualunque situazione si trovino.

Le malattie cardiovascolari sono ancora, almeno nel mondo occidentale, la prima causa di morte (sia per gli uomini che per le donne), il totale annuo di decessi calcolando tutte le nazioni del mondo è stato stimato in ben 17,3 milioni di persone. Nonostante questo da una recente indagine, sembra che solo il 2% di noi si preoccupi di prevenire queste malattie, siamo molto più spaventati invece dai rischi di incorrere in altre patologie come cancro o demenza.

L’obiettivo prefissato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità a livello mondiale è di riuscire a ridurre del 25% i decessi prematuri causati dalle malattie cardiovascolari entro il 2025. Tutto questo agendo a livello preventivo con alcuni semplici (ma non per tutti) accorgimenti.

Ecco allora che possiamo iniziare subito a prenderci cura del nostro cuore seguendo i consigli per la prevenzione, sui quali ormai tutti gli esperti concordano, e che richiamano molti dei consigli che greenMe.it vi dà spesso:

Non fumare
– Mantenere un peso forma
– Praticare attività fisica
Ridurre l’apporto di sale nella dieta
– Mangiare ogni giorno 5 porzioni tra frutta e verdura
Ridurre l’apporto di grassi saturi
– Imparare a leggere le etichette degli alimenti per capire se sono sani
Moderare l’alcool
– Sottoporsi ai controlli di routine (in particolare superati i 40 anni)

Francesca Biagioli

Leggi anche:

I 10 alimenti amici del cuore

Cuore: cambiando stile di vita si prevengono l’80% degli infarti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook