Afa: come combattere il caldo in 8 mosse esclusa l’aria condizionata

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il caldo estivo è ormai arrivato e da oggi in poi le giornate saranno sempre più soleggiate e afose. Parola di meteorologo! E allora, come sopravvivere alla calura in città? Come refrigerarsi in modo naturale e green, senza provocare danni alla nostra saluta e all’ambiente?

Il caldo estivo è ormai arrivato e da oggi in poi le giornate saranno sempre più soleggiate e afose. Parola di meteorologo! E allora, come sopravvivere alla calura in città? Come refrigerarsi in modo naturale e green, senza provocare danni alla nostra saluta e all’ambiente?

Ecco, in sintesi, cosa ci suggeriscono gli esperti:

Bere almeno 10 bicchieri di acqua al giorno

Che corrispondono più o meno ai 2 litri solitamente consigliati anche durante le altre stagioni; quindi se abbondiamo, arrivando fino a tre litri, tanto meglio! Ce lo conferma Michela Barichella, responsabile della Struttura di dietetica e nutrizione clinica degli Istituti clinici di perfezionamento (Icp) di Milano: “Il nostro organismo necessita di circa 3 litri di acqua al giorno: un litro e mezzo viene introdotto con gli alimenti e un litro e mezzo bevendo acqua. Il che vuol dire che se la quantità giornaliera di bicchieri d’acqua necessaria varia da 6 a 8, d’estate i bicchieri dovrebbero aumentare fino a 8-10”.

Mangiare cibi leggeri e ricchi di acqua

In grado di idratare al meglio il nostro organismo. Via libera quindi a latte, verdura cotta e cruda, frutta (soprattutto anguria e melone, che sono ricchi di liquidi), i gelati, i sorbetti e lo yogurt, in grado di introdurre nell’organismo non solo l’acqua necessaria all’idratazione, ma anche molti sali minerali indispensabili per mantenerci in forma.

Consumare meno cibo ma effettuare più pasti durante il giorno

In modo da favorire la digestione e restare sempre leggeri.

Vestirsi leggeri

Come abbiamo ripetuto più volte anche negli anni scorsi, è importante vestirsi leggeri, evitare capi d’abbigliamento realizzati in tessuti sintetici e privilegiare invece le fibre naturali, come lino e cotone, che non provocano reazioni allergiche e non surriscaldano la pelle.

Farsi la doccia più volte durante il giorno (anche senza sapone)

Ma con acqua tiepida o fredda, in modo da alleviare il senso di calore e ripristinare una temperatura gradevole. Senza ovviamente starci a oltranza… occhio al risparmio idrico!

Spegnere tutti gli apparecchi elettronici presenti in casa

Specie quelli che non usiamo spesso. In questo modo le lucine dello stand-by, i cosiddetti vampiri, non succhieranno energia e non emetteranno calore aiutando così a mantenere mite la temperatura.

Disporre piante rampicanti sul balcone

In modo da rinfrescare l’ambiente, proteggere le mura domestiche dai raggi solari e impedire così che la nostra casa si scaldi troppo.

Appendere delle tende chiare alle finestre della nostra abitazione

Specie quelle più grandi, che tendono a scaldarsi più facilmente, in modo da proteggere ulteriormente gli ambienti domestici dai raggi solari. In questo modo, potremo evitare, o almeno ridurre, di ricorrere all’aria condizionata. Se poi, proprio non riuscite a rinunciare al condizionatore… seguite almeno questi piccoli ma preziosi consigli.

Buona estate a tutti!

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook