Sono una scienziata e ti spiego perché le banane sono “radioattive” (è vero, ma non è assolutamente un problema)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Forse avrete sentito dire che le banane possono essere "radioattive", ma quanto c'è di vero? Dovremmo preoccuparci? A rispondere a queste domande è Sarah Loughran, Direttrice dell'Australian Radiation Protection and Nuclear Safety Agency (ARPANSA)

Se pensiamo alla radioattività, subito ci vengono in mente scenari catastrofici ma in alcuni casi dovremmo cambiare prospettiva, tenendo presente che diverse cose che ci circondano possono avere una leggera radioattività, comprese le banane.

A ricordarlo in un articolo su The Conversation è Sarah Loughran, Direttrice dell’Australian Radiation Protection and Nuclear Safety Agency (ARPANSA) e Professoressa associata aggiunta dell’Università di Wollongong.

Innanzitutto, l’esperta spiega cosa si intende per radiazione:

È energia che viaggia da un punto all’altro, sotto forma di onde o particelle. Ogni giorno siamo esposti a radiazioni provenienti da varie sorgenti naturali e artificiali. La radiazione cosmica dal Sole e dallo spazio, la radiazione dalle rocce e dal suolo, così come la radioattività nell’aria che respiriamo e nel nostro cibo e acqua, sono tutte fonti di radiazioni naturali.

Le banane sono davvero radioattive?

La risposta è sì, leggermente, ma non per questo dobbiamo preoccuparci o smettere di consumarle. Come spiega la dottoressa Loughran:

Le banane sono un esempio comune di una sorgente di radiazioni naturali. Contengono alti livelli di potassio e una piccola quantità di questo è radioattivo. Ma non c’è bisogno di rinunciare al tuo frullato di banana: la quantità di radiazioni è estremamente piccola e molto inferiore alla “radiazione di fondo” naturale a cui siamo esposti ogni giorno.

Non tutte le radiazioni sono pericolose, quindi, e il rischio dipende dal tipo, dalla forza e da quanto tempo ci si espone. Come regola di base, comunque, spiega l’esperta, maggiore è il livello di energia della radiazione, maggiore è la probabilità che causi danni.

Pensiamo ai raggi UV del Sole che possono essere dannosi se la persona è esposta a livelli di intensità sufficientemente elevati, causando effetti negativi sulla salute.

Anche i nostri corpi sono radioattivi (ma anche in questo caso niente paura)

Alla domanda se anche i nostri corpi sono radioattivi, la dottoressa Loughran risponde di sì:

Come tutto ciò che ci circonda, anche noi siamo un po’ radioattivi. Ma questo non è qualcosa di cui dobbiamo preoccuparci. I nostri corpi sono stati costruiti per gestire piccole quantità di radiazioni, ecco perché non c’è pericolo dalle quantità a cui siamo esposti nella nostra normale vita quotidiana. Non aspettarti che questa radiazione ti trasformi in un supereroe a breve, perché è sicuramente fantascienza.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook