Mandorle migliori alleate dell’ intestino: così favoriscono la salute del tuo secondo cervello

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scopri come consumare una manciatina di mandorle favorisce la salute dell'intestino e, di conseguenza, di tutto il corpo

Mandorle, concentrato di salute! Un nuovo studio ne evidenza la capacità di favorire la salute dell’intestino stimolando la produzione di microbi intestinali  Mangiare una manciata di mandorle al giorno aumenterebbe significativamente, infatti, la produzione di butirrato, un acido grasso a catena corta che favorisce la salute dell’intestino.

Ad affermarlo un team di ricercatori del King’s College di Londra che ha studiato l’impatto delle mandorle intere e macinate sulla composizione dei microbi intestinali. Leggi anche: Le mandorle fanno perdere più peso del previsto: il nostro corpo assorbe il 20% in meno delle sue calorie

Lo studio

I ricercatori del King’s College di Londra hanno reclutato 87 adulti sani che mangiavano meno della quantità raccomandata di fibre alimentari, e che solitamente facevano spuntini malsani (es. cioccolato, patatine).

I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi: un gruppo ha cambiato i propri snack con 56 g di mandorle intere al giorno, un altro con 56 g di mandorle tritate al giorno e il gruppo di controllo ha mangiato muffin. Lo studio è durato quattro settimane.

I ricercatori hanno scoperto che il butirrato era significativamente più alto tra i consumatori di mandorle rispetto a quelli che mangiavano muffin.

Il butirrato è un acido grasso a catena corta che è la principale fonte di carburante per le cellule che rivestono il colon. Quando queste cellule funzionano in modo efficace, forniscono la condizione ideale per la proliferazione dei microbi intestinali, affinché la parete dell’intestino sia forte e permetta l’assorbimento dei nutrienti.

Non è stata osservata alcuna differenza significativa nel tempo di transito intestinale – il tempo necessario al cibo per spostarsi attraverso l’intestino – tuttavia i mangiatori di mandorle intere hanno avuto 1,5 movimenti intestinali aggiuntivi a settimana rispetto agli altri gruppi. Questi risultati suggeriscono che mangiare mandorle potrebbe anche giovare a chi soffre di stitichezza.

I test hanno mostrato che mangiare mandorle intere e macinate migliorava la dieta delle persone, che così assumevano maggiori porzioni di acidi grassi monoinsaturi, fibre, potassio e altri importanti nutrienti rispetto al gruppo di controllo.

Kevin Whelan, PhD, RD, Professor of Dietetics, King’s College London, e autore principale dello studio ha dichiarato:

Parte del modo in cui il microbiota intestinale ha un impatto sulla salute umana è attraverso la produzione di acidi grassi a catena corta, come il butirrato. Queste molecole agiscono come fonte di carburante per le cellule del colon, regolano l’assorbimento di altri nutrienti nell’intestino e aiutano a bilanciare il sistema immunitario.Riteniamo che questi risultati suggeriscano che il consumo di mandorle possa giovare al metabolismo batterico in un modo che ha il potenziale per influenzare la salute umana.

I limiti di questo studio sono rappresentati sia dalla distribuzione per genere dei volontari, più dell’86%, infatti, erano donne, sia dall’età. L’età media dei partecipanti era di 27,5 anni. I ricercatori riconoscono che questi risultati non sono necessariamente generalizzabili agli uomini o a popolazioni anziane.

A proposito della ricerca, la Prof.ssa Giuseppina Mandalari (Professore Associato, Università di Messina) sottolinea:

Nella presente ricerca, il consumo di mandorle intere e macinate ha determinato aumenti significativi del butirrato delle evacuazioni, entrambi associati a miglioramento del benessere intestinale. La salute intestinale è di fondamentale importanza per il benessere dell’individuo. Le funzioni protettive, strutturali e metaboliche del microbiota intestinale conferiscono protezione nei confronti non soltanto di patologie del tratto gastrointestinale, ma anche di patologie delle vie respiratorie, dell’apparato vascolare e riproduttivo, del cavo orale, dell’epidermide, del sistema immunitario e del sistema nervoso centrale.

Inoltre, commenta:

Anche se i meccanismi coinvolti negli effetti del microbiota intestinale sulla salute dell’uomo non sono ancora completamente chiari, questo studio consente di evidenziare il ruolo delle mandorle nel favorire lo sviluppo ed il metabolismo di determinati batteri intestinali e apre la strada a nuove prospettive di ricerca sulla salute intestinale.

Va evidenziato però che lo studio, pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition,  è stato finanziato dall’Almond Board of California.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Fonte: The American Journal of Clinical Nutrition

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook