Il coriandolo può rimuovere i metalli pesanti dal tuo corpo in meno di due mesi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il coriandolo o prezzemolo cinese può avere proprietà di chelante naturale, utile per depurarsi dalla disintossicazione da metalli pesanti.

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

Il coriandolo o prezzemolo cinese è una spezia originaria dell’Europa meridionale e del Medio Oriente, presente nella cultura mediterranea sin dai tempi degli antichi egizi. Caratterizzato da un odore che ricorda quello delle cimici verdi (il suo nome deriva infatti dalle parole greche korios, cimice, e ander, somigliante), il coriandolo può avere proprietà di chelante naturale, utile per depurarsi dai metalli pesanti.

Nel corso degli anni, l’impiego del coriandolo nell’ambiente culinario occidentale è venuto purtroppo sempre meno, tuttavia la spezia è stata riscoperta dal settore erboristico, il quale le riconosce proprietà fitoterapiche ritenute benefiche per il nostro organismo, soprattutto quelle detox. (Coriandolo, l’erba dimenticata che aiuta a depurare dai metalli pesanti)

Il ruolo del coriandolo nella disintossicazione dai metalli pesanti

I metalli pesanti possono entrare nel nostro flusso sanguigno in vari modi, come il consumo di pesce d’allevamento, tatuaggi, otturazioni dentali o anche attraverso prodotti per la casa o elementi inquinanti ambientali. Metalli pesanti come mercurio, nichel, uranio, cadmio, piombo e alluminio si accumulano nel nostro sistema nervoso centrale o nelle nostre ossa nel corso degli anni e possono causare un affaticamento sia mentale che fisico. Potrebbero poi portare allo sviluppo di condizioni pericolose come Alzheimer, malattie cardiache, problemi di tiroide, anemia o infertilità.

La soluzione più utilizzata per rimuovere i metalli pesanti dal nostro corpo è la terapia chelante, dove gli agenti chelanti rimuovono le tossine attraverso l’espulsione nelle urine. Uno studio della Heart Disease Foundation è riuscito a dimostrare la capacità detossificante del coriandolo, sottolineandone il ruolo di protettore dell’organismo dallo stress ossidativo indotto da piombo e altri metalli pesanti.

Benefici del coriandolo

Per potenziare l’efficacia del coriandolo, è bene combinarlo con un altro agente naturale chelante in modo da evitare il processo di re-intossicazione assorbendo le tossine nel tratto intestinale, come l’alga clorella, una specie di alga verde che insieme al coriandolo agisce come uno strumento perfetto per la disintossicazione del corpo. Coriandolo e alga clorella devono essere assunti 3 volte al giorno per un massimo di 3 mesi. Secondo vari studi, la combinazione di questi due agenti chelanti può rimuovere in media l’87% di piombo, il 91% di mercurio e il 74% di alluminio dal corpo entro 45 giorni. Prima di prendere estratti di alga clorella è bene però consultarsi con il proprio medico.

Il coriandolo ha poi anche altri benefici, come:

  • l’aumento di colesterolo HDL (“colesterolo buono”) e la diminuzione di quello LDL (“colesterolo cattivo”);
  • proprietà antibatteriche;
  • contrasta l’anemia;
  • proprietà antinfiammatorie;
  • allieva gli sbalzi ormonali durante la menopausa e le mestruazioni;
  • riduce la nausea;
  • migliora la salute del fegato.

Il detox da metalli pesanti potrà poi portare anche ad un miglioramento delle prestazioni mentali, dare più energia al nostro corpo, migliorare la saluta della pelle e migliorare la funzione digestiva.

Il coriandolo fresco può essere aggiunto facilmente nella nostra dieta, per esempio attraverso infusi al coriandolo, pesto al coriandolo o crema al coriandolo e avocado.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook