“Griglie Roventi”, il campionato di barbecue ad Asiago scatena indignazione tra vegetariani e ambientalisti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama “Griglie Roventi” la seconda tappa del campionato di barbecue, che si terrà il prossimo 18 luglio ad Asiago, in provincia di Vicenza, e che sta suscitando numerose polemiche tra vegetariani e ambientalisti che si stanno scatenando con commenti di indignazione su “Il giornale di Vicenza”, che ne ha dato la notizia proprio qualche giorno fa.

Ecco il carrello smart per la spesa

Si chiama “Griglie Roventi” la seconda tappa del campionato di barbecue, che si terrà il prossimo 18 luglio ad Asiago, in provincia di Vicenza, e che sta suscitando numerose polemiche tra vegetariani e ambientalisti che si stanno scatenando con commenti di indignazione su “Il giornale di Vicenza”, che ne ha dato la notizia proprio qualche giorno fa.

Il campionato mondiale del barbecue presentato nella prima tappa dall’ex Ministro dell’Agricoltura e attuale governatore del Veneto Luca Zaia, prevede naturalmente la cottura di quintali di bistecche e quindi l’uccisione di tantissimi animali destinati ad animare (da morti) un evento goliardico, gastronomico e folkloristico.

Questo, ovviamente, ha suscitato la reazione di vegetariani, vegane e semplici cittadini , che trovando ridicolo e privo di senso un evento di questo tipo hanno protestato in massa contro la manifestazione con lettere indirizzate alla Regione Veneto e ai Comuni di Asiago, Belluno e Caorle.

griglie-roventi3

Ma è proprio sul Giornale di Vicenza che sta facendo da teatro al dissenso. Alcuni lettori – ad esempio – si dichiarano disgustati e suggeriscono di promuovere il turismo locale in altro modo, altri invece puntano il dito sullo spreco e sul consumo eccessivo di carne, che con “Griglie Roventi” viene invece mitizzato. Altri lettori ancora manifestano tutto il loro disprezzo per un’attività che distrugge tutti i buoni propositi e le buone pratiche ambientali, etiche e sociali.
Insomma, per esaltare il turismo locale e l’enogastronomia locale, ci sono tanti modi, compatibili con l’etica ambientale e con la vita degli animali. La Sagra dell’Asiago potrebbe essere uno di questi, no?

Verdiana Amorosi

Leggi qui alcuni dei commenti arrivati al giornale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook