Dieta vegetale e cancro al colon: scoperto un nuovo effetto benefico sull’intestino (ma solo degli uomini)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo studio ha scoperto che seguire una dieta a base vegetale può ridurre del 22% il rischio di cancro al colon ma solo negli uomini

Diverse ricerche nel corso degli anni hanno evidenziato alcuni effetti benefici della dieta vegetale sulla nostra salute. Ora a questi si aggiunge un nuovo studio che ha notato un minor rischio di cancro al colon negli uomini che mangiano molti alimenti vegetali (sani).

Quello di cui vi parliamo oggi è un ampio studio che ha coinvolto quasi 80mila uomini residenti negli Stati Uniti e oltre 90mila donne.

A tutti i partecipanti è stato chiesto con quale frequenza mangiavano determinati cibi e bevande, presi da un elenco di oltre 180 prodotti, di cui venivano considerate anche le porzioni.

Uomini e donne potevano segnalare se consumavano ogni alimento “mai o quasi mai” fino a “due o più volte al giorno”. Per le bevande, invece, le risposte andavano da “mai o quasi mai” a “quattro o più volte al giorno”.

I gruppi di alimenti sono stati classificati in:

  • cibi vegetali sani (cereali integrali, frutta, verdura, oli vegetali, noci, legumi come lenticchie e ceci, tè e caffè)
  • cibi vegetali meno sani (cereali raffinati, succhi di frutta, patate, zuccheri aggiunti)
  • alimenti di origine animale (grassi animali, latticini, uova, pesce o frutti di mare, carne)

Valutando le abitudini alimentari dei partecipanti si è scoperto che coloro che mangiavano una maggiore quantità di cibi sani di origine vegetale avevano un rischio inferiore del 22% di cancro al colon rispetto a quelli che ne mangiavano di meno.

I ricercatori non hanno però trovato lo stesso collegamento per le donne, suggerendo che la connessione tra dieta e cancro intestinale è più chiara e significativa per il sesso maschile (che però  complessivamente ha anche un rischio più elevato di cancro intestinale).

Come ha ricordato Jihye Kim della Kyung Hee University (Corea del Sud), una delle autrici dello studio:

Il cancro del colon-retto è il terzo tumore più comune al mondo e il rischio di sviluppare il cancro del colon-retto nel corso della vita è di uno su 23 per gli uomini e di uno su 25 per le donne. Sebbene ricerche precedenti abbiano suggerito che le diete a base vegetale possano svolgere un ruolo nella prevenzione del cancro del colon-retto, l’impatto della qualità nutrizionale degli alimenti vegetali su questa associazione non è era chiaro. I nostri risultati suggeriscono che una dieta sana a base vegetale è associata a un ridotto rischio di cancro del colon-retto.

Lo studio ha anche notato che il collegamento tra dieta vegetale e minor rischio cancro al colon variava anche in base all’etnia degli uomini. Ad esempio, tra i giapponesi americani, il rischio ridotto di cancro era del 20%, ma era del 24% per gli uomini bianchi. Il team ha quindi concluso che sono necessarie ulteriori ricerche sulle differenze registrate tra le etnie.

Ma a cosa è dovuto l’effetto benefico dei cibi vegetali?

La dottoressa Kim ha dichiarato:

Supponiamo che gli antiossidanti presenti in alimenti come frutta, verdura e cereali integrali possano contribuire a ridurre il rischio di cancro del colon-retto sopprimendo l’infiammazione cronica, che può portare al cancro.

I ricercatori avvertono comunque di alcune limitazioni del loro studio, in primis la natura osservativa dello stesso che non permette di trarre conclusioni su una relazione causale tra l’assunzione di cibo a base vegetale e il rischio di cancro del colon-retto.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: BMC Medicine

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook