Ritirato vino Barbera del Monferrato Ca’ Fornara: rame oltre i limiti consentiti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Rame oltre i limiti consentiti. Con questa motivazione il Ministero della salute ha ritirato un lotto di vino rosso, il cui consumo potrebbe essere dannoso per la salute

Ecco il carrello smart per la spesa

Rame oltre i limiti consentiti. Con questa motivazione il Ministero della salute ha ritirato un lotto di vino rosso, il cui consumo potrebbe essere dannoso per la salute.

Il vino oggetto di richiamo è quello del marchio Laronchi Vini, prodotto nello stabilimento di Boca (NO), in via San Rocco.

In particolare, a essere stato ritirato dagli scaffali dei supermercati, è stato il Barbera del Monferrato Ca’ Fornara da 75 CL, caratterizzato dal numero di lotto L 18817B.

Al suo interno è presente una quantità di rame che supera i limiti previsti dalla normativa in vigore in Italia, il D.Lgs. Governo n° 31 del 02/02/2001, secondo cui per il consumo umano non si va olte 1 mg/l.

A segnalarne il ritiro è stata la catena di supermercati Unes, che sul proprio sito, ha reso noto l’apposito modulo del Ministero della salute.

vino ritiro ministero

Un eccesso di rame tende ad accumularsi e diventa tossico. Se prolungato può provocare un’eccessiva stimolazione del sistema nervoso e problematiche legate agli organi dove tende ad accumularsi di più: fegato, cervello e organi riproduttivi.

LEGGI anche:

Se avete acquistato questo prodotto non consumatelo e riportatelo indietro per ottenere un cambio o un rimborso.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook