Pane a fette contaminato da ossido di etilene, i richiami in Francia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pane a fette ritirato dai supermercati francesi per ossido di etilene. Rimane il mistero dell’origine della contaminazione

La presenza di residui di pesticidi è stata rilevata in un ingrediente utilizzato nella ricetta di produzione di alcuni tipi di pane, mentre in altri lotti è stato rilevato un contenuto eccessivamente elevato di ossido di etilene. I richiami riguardano in particolare i prodotti distribuiti nei negozi Intermarché, Netto, Franpix e Monoprix.

Lo fa sapere il sito governativo francese Rappel Conso, dove si annuncia il richiamo di sette lotti di pane a fette.

Leggi anche: Cos’è l’ossido di etilene, in quali cibi si trova e perché mette a rischio la nostra salute

Frattanto, 60 millions de consommateurs scrive:

La presenza di questo pesticida in un ingrediente di origine francese è molto sorprendente, perché l’Unione Europea vieta il trattamento degli alimenti con ossido di etilene.

Finora, tutti i richiami di prodotti che risultavano contaminati dall’ossido di etilene hanno coinvolto ingredienti provenienti per lo più dall’estero, come il sesamo. In alcuni paesi, come l’India, viene utilizzato per sterilizzare semi, spezie e altre piante.

Franprix, nega qualsiasi trattamento con l’ossido di etilene.

Un problema, quello dell’ossido di etilene, che riguarda ovviamente anche il nostro Paese dove tanti prodotti, sia integratori che alimenti o bevande, sono stati più volte oggetti di richiamo. Leggi anche: Ossido di etilene, salmonella e pesticidi: la black list dei cibi più pericolosi che importiamo in Italia

Leggi tutti i nostri articoli sull’ossido di etilene.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Rappel Conso

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook