La borsa che usa gli scarti di mela al posto della pelle ha vinto il Premio PETA come miglior borsa vegan

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Miomojo ha vinto il premio PETA Germany Vegan Fashion Award 2021 per "Best Handbag" con la borsa Giorgia realizzata proprio in AppleSkin.

Gli scarti delle mele del Trentino Alto Adige per una borsa completamente cruelty-free e poi, tessuti sostenibili al 100% alternativi alla pelle animale innovativi come quelli ottenuti da cactus oppure a base di mais. Tutto trainato da un unico grande principio: il rispetto per l’ambiente e per tutti gli esseri viventi.

Principio che guida oramai dal 2013 Miomojo, l’azienda che produce borse e zaini senza consumare nuove risorse, senza provocare dolore né sofferenza agli animali e con un impatto ambientale decisamente inferiore rispetto ai metodi tradizionali.

Un leit motiv che è appena valso alla start up bergamasca il premio PETA Germany Vegan Fashion Award 2021 nella categoria Best Handbag con la borsa Giorgia realizzata proprio in AppleSkin.

Questo premio celebra i brand, le icone di stile ed i designer più innovativi, che hanno fatto scelte consapevoli e rispettose verso gli animali nel 2021. Esattamente il nostro impegno in Miomojo: rispetto per gli animali, il pianeta e le persone, dicono da Miomojo.

L’obiettivo del Vegan Fashion Award è riconoscere un grosso merito ad etichette e prodotti che dimostrano che abbigliamento e accessori alla moda, innovativi e sostenibili possono essere anche vegani. I vincitori del Vegan Fashion Award 2021, insomma, provano ancora una volta che l’abbigliamento alla moda può fare a meno dei materiali animali.

Chi è Miomojo

Miomojo produce moda vegana, ovvero borse e zaini senza mai utilizzare pelliccia, lana, seta, piume o pelle. Vengono invece usati materiali innovativi a base vegetale realizzati con cactus, mais e mele, reti da pesca riciclate, vetro e caffè, nonché fibre organiche come bambù, lino, canapa e menta.

La realtà è tutta tutta italiana ed è nata alla fine del 2012 dall’idea di Claudia Pievani con lo scopo di realizzare borse e accessori di qualità, ma che fossero anche ricchi di significato e valore.

La collezione Apple di Miomojo 

La collezione Apple di Miomojo include borse realizzate proprio con la buccia delle mele del Trentino Alto Adige e con scarti delle mele dell’industria alimentare.

La borsa Giorgia vincitrice del Premio PETA fa parte della collezione premium Miomojo Prima Linea, realizzata in Italia con materiali innovativi. La borsa è realizzata in pelle di mela vegana rispettosa dell’ambiente e degli animali e la sua fodera è composta al 100% da bottiglie di plastica riciclate. La pochette dimostra versatilità con il suo design minimalista e si abbina bene ad un outfit casual con jeans e al più classico look da ufficio. Particolarmente pratico: il manico si regola facilmente in pochi semplici passaggi e la tasca a marsupio si trasforma in zaino.

Leggi qui: Le morbide borse vegan che usano il vetro o gli scarti di mela al posto della pelle

Il futuro della moda è cruelty-free ed oggi sempre più brand sono impegnati nell’avere il minore impatto ambientale possibile, promuovere condizioni di lavoro dignitose e rispettare i diritti animali. L’abolizione di pelli e pellicce, sempre più condivisa e diffusa, è una prova significativa del cambiamento in atto, conclude Claudia Pievani.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook