Forse te ne sei accorto, i Lego costano di più: aumento dei prezzi nel 2022

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'azienda danese adegua i prezzi di alcuni prodotti in Europa: un aumento dei prezzi forse dovuto crisi globale della “supply chain”

La ricetta del porridge senza cottura

Dopo Ikea anche un’altra società nord europea annuncia un aumento dei prezzi legati alle costruzioni, anche se questa volta sono in miniatura e molto colorate. È la volta della Lego Group che sta modificando una parte dei cosiddetti “prezzi al dettaglio consigliati”.

I primi rumors erano iniziati nel settembre 2021 quando erano stati cambiati quelli di alcuni set come Stone Wars, il Galeone dei Pirati e il Guanto dell’Infinito. In quel periodo la società danese aveva comunicato che si stava considerando la possibilità di armonizzare i prezzi consigliati tra i diversi paesi dell’Europa occidentale già a partire dal 2022. Salvo poi chiosare che l’importo finale, nei negozi fisici, viene di fatto stabilito dal rivenditore. E in effetti con l’inizio del nuovo anno, solo per citare alcuni esempi, il Castello di Howgarts ha visto un aumento del 5% mentre la riproduzione del Taj Mahal ha subito un aumento del 20%.

Questi iconici mattoncini, che dal 1932 sono entrati nelle case di tutto il mondo per “ispirare i costruttori del domani”, sono realizzati con estrema precisione modellando il resistente quanto durevole materiale termoplastico ABS, utilizzato sia nel settore dell’automotive che per realizzare alcune mazze da golf.

Nonostante la Lego sia stata una delle aziende che ha visto crescere maggiormente il proprio fatturato con l’esplodere della pandemia da Covid-19, il motivo reale dietro l’aumento del costo di alcuni set non è stato veramente chiarito.

Con molta probabilità questo è il risultato di una crisi generalizzata che sta colpendo aziende importanti, come già è avvenuto per Ikea, a seguito del maggiorato costo delle materie prime e dei trasporti a livello globale che infine incide sul conto alla casa per il consumatore. Forse anche per questo uno degli obiettivi dei produttori danesi è quello di Passare ai materiali sostenibili entro il 2030.

Alcuni fan dell’azienda danese hanno però trovato il lato positivo a questo cambiamento nel listino prezzi ovvero una maggiore capacità di accumulo dei punti fedeltà Lego Vip.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: JaysBrick

Ti consigliamo anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in lettere moderne con la passione per il digitale. Giornalista professionista dal 2010: curiosa e fantasista della comunicazione, dalla tv al web.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook